MARIE AWADIS – Una Corda Diaries (Oscarson, 2020) Un diario sonoro compilato con costanza lungo il breve arco di una settimana offre una prospettiva dell’arte di Marie Awadis, caratterizzata in senso fortemente istintivo. Come da titolo, il lavoro è stato realizzato a partire da una serie di improvvisazioni condotte su un pianoforte a struttura aperta, nel…

DAVID NEWLYN – New Age (Oscarson, 2020) Da sempre artefice di un minimalismo fortemente impressionista, David Newlyn si è più volte cimentato in partiture pianistiche, associate o comunque accostate a frammenti atmosferici più o meno predominanti. Nel caso dei dieci brani di “New Age”, il pianoforte occupa il centro della scena, illuminata da una fioca…

WITH HIDDEN NOISE – Beside The Sea (Oscarson, 2020) Qualora si nutrissero ancora dubbi sul ruolo rivestito dalle etichette indipendenti nel momento in cui qualunque musicista è in grado di rilasciare autonomamente le proprie creazioni in rete, l’esperienza della tedesca Oscarson basterebbe da sola a dimostrare come sensibilità e curiosità della ricerca possano offrire curata…

ANTHONY BADEN SAGGERS – Sketches From A Minor Tragedy (Oscarson, 2020) Via via sfumate le evanescenze ambientali dei suoi lavori sotto l’alias Stray Ghost, Anthony Saggers pubblica a proprio nome una raccolta di bozzetti pianistici improvvisati, estrapolati da una più ampia collezione rilasciata in formato digitale lo scorso anno. Un costante senso di immanenza sospesa,…

MONTEVALE – Figure And Ground (Oscarson, 2020)* È una storia, personale e artistica, decisamente particolare quella che unisce Ahlie Schaubel e Thomas Sattig: lei musicista attiva nell’underground tedesco degli anni Novanta, in ambito rock e post-punk, lui filosofo che accanto ai propri studi accademici coltivava la passione per la composizione di partiture per pianoforte e…

#musictosave #001

Come anticipato nell’ormai abituale “rearview mirror”, la scarsità del tempo materiale per l’ascolto e per la scrittura, a fronte dell’enorme mole di musica in circolazione, impone una almeno parziale riconsiderazione delle modalità attraverso le quali i dischi vengono presentati su queste pagine. Dunque, alle recensioni tradizionali si affiancheranno d’ora in poi, con cadenza irregolare, brevi…

RUTGER ZUYDERVELT & BILL SEAMAN – Movements Of Dust (Oscarson, 2020)* A smentire ancora una volta il luogo comune per cui la ricerca ambientale espungerebbe dal suo spettro d’indagine le componenti dinamiche del suono provvede la prima collaborazione tra due artisti navigati quali Rutger Zuydervelt e Bill Seaman, la cui realizzazione ha contemplato modalità altrettanto…

KELE GOODWIN – Moonbug (Oscarson, 2019) Kele Goodwin, chi era costui? Può in effetti capitare di ricordare poco più di un nome, a tanti anni di distanza da un lavoro semplice e ricco di splendide canzoni folk com’era stato “Hymns”, nell’ormai lontano 2010. Eppure, sono sufficienti i primi accordi acustici e le delicate interpretazioni dell’artista…

THE VOLUME SETTINGS FOLDER – Hothocleana (Oscarson, 2019) Nello sconfinato universo delle proposte musicali, non sempre risulta agevole seguire le produzioni di artisti non solo prolifici ma legati a una dimensione creativa estremamente personale e solitaria. Pur avendo rallentato la cadenza dei suoi lavori, nel volgere di meno di un anno Filippo Bordigato ha pubblicato…

LUCY ROLEFF – Left Open In A Room (Lost And Lonesome / Oscarson, 2019)* La voce e la sensibilità di Lucy Roleff sono una di quelle gemme nascoste che l’universo delle produzioni sotterranee ogni tanto riesce a regalare. La cantautrice di Melbourne si è rivelata a pochi appassionati in occasione del debutto “This Paradise” (2016),…

STEVEN DOMAN – St-Octave (Oscarson, 2018) Le nebbiose colline di Saint Octave, nel Québec, hanno fatto da sfondo alle composizioni create dal californiano Steven Doman per il film di Grace Singh “Le Derniere Souffle”. Una selezione di quelle pièce, alla quale sono stati aggiunti altri brani originali, ha assunto l’odierna forma di “St-Octave”, conciso lavoro il…

LINDSAY CLARK – Crystalline (Oscarson, 2018) L’ormai consolidato legame tra l’etichetta tedesca Oscarson e la “capitale folk” statunitense Portland non cessa di produrre ottimi frutti. È ancora dalla città dell’Oregon che proviene infatti Lindsay Clark, artista originaria di Nevada City (come Alela Diane e Johanna Newsom…) e già autrice di tre album, a partire da…

NU NOG EVEN NIET – #1 & #2 (Oscarson, 2018) Come se la musica di Chantal Acda non fosse, essa stessa, poesia, l’ennesimo progetto che vede coinvolta la sua rara sensibilità artistica e la fragile forza delle sue interpretazioni consiste appunto nell’applicazione di queste ultime a una raccolta di testi poetici. Si tratta del frutto…

JUNG BODY – Real Eternal Bliss (Oscarson, 2017) Desta senz’altro curiosità un artista che, nel mondo musicale odierno nel quale qualsiasi informazione è veicolata attraverso le varie piattaforme della rete, riesce a mantenere un profilo talmente distaccato da circondare la propria stessa identità da un alone di mistero, più o meno ricercato. È il risultato…

IMMIGRANT – Wounded Healer (Oscarson, 2017) Anche nel mondo musicale popolato da informazioni sempre più accessibili, può capitare di scoprire una realtà artistica sotterraneamente attiva da quindici anni, ma che vede i propri protagonisti ancora avvolti da un alone di mistero. Al tredicesimo album, i tempi sono allora più che maturi per scoprire Immigrant, progetto…

BRIGID MAE POWER – The Ones You Keep Close (Oscarson, 2017) Forse solo qualche accorto cultore del cantautorato femminile aveva intercettato, lo scorso anno, l’omonimo album di debutto di Brigid Mae Power, che faceva seguito a una breve teoria di singoli ed Ep. Oggi è nuovamente il formato breve a rinsaldare il legame dell’artista irlandese…

THE WORKHOUSE – Now I Am On Fire (Oscarson, 2017) Dagli apici della parabola del post-rock alla riscoperta dello shoegaze e, poi, della wave; i quindici anni di attività di The Workhouse hanno attraversato temperie espressive diverse, seguendole in parte, ma piuttosto mantenendo sempre a distanza di sicurezza la personalità di una band che la…

VV.AA. – Oscarsongs (Oscarson, 2016) Se nel mondo musicale sempre più parcellizzato sempre più raramente si ha ormai la pazienza di concentrarsi su album dalla lunga durata, allora uno strumento per certi versi nostalgico quale la compilation può ritrovare la propria dignità nella funzione della scoperta e della fruizione di canzoni realizzate da un ampio…

MAYMAY – Mountains Hills Plateaus And Plains (Oscarson, 2016)* Sono trascorsi quattro anni da quando, con un album di debutto preceduto da un omonimo Ep, Laurel Simmons aveva rivelato l’aggraziato intimismo di chitarra acustica e pianoforte, completato da scarni arrangiamenti, che ne caratterizzava il sommesso profilo del proprio alter-ego artistico MayMay. Da quei due lavori…