music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

matthew_de_gennaro_old_jack_somebodyMATTHEW DE GENNARO – Old Jack Somebody
(Soft Abuse, 2014)

La finalità di travalicare, ampliandoli, i confini del fingerpicking chitarristico che ha animato gran parte dell’attività di Matthew De Gennaro, anche accanto ad artisti quali Alastair Galbraith e Scott Tuma, ricorre nella sua interezza nel suo ultimo album su cassetta.

Le nove tracce di “Old Jack Somebody” si discostano in maniera significativa dal mero virtuosismo esecutivo per abbracciare un universo sonoro di straordinaria ricchezza e varietà. A gentili arabeschi bucolici si avvicendano frammenti di culture musicali esotiche e oblique traiettorie di archi e organi, che alimentano l’arcana magia delle composizioni del polistrumentista statunitense, artefice di un suggestivo misticismo desertico.

(pubblicato su Rockerilla n. 412, dicembre 2014)


http://www.myspace.com/mdegennaro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: