music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

vic_mars_the_land_and_the_gardenVIC MARS – The Land And The Garden
(Clay Pipe Music, 2015)

Due diverse esperienze di luoghi e sensazioni, due diverse modalità contemplative della countryside si fondono nel nuovo lavoro di Vic Mars, entrambe riassunte nella stessa biografia dell’artista inglese, da poco tornato stabilmente a risiedere in patria dopo quasi un decennio trascorso in Giappone. Oriente e occidente si fondono infatti, sotto un comune denominatore di paesaggismo elettro-acustico rurale, nelle quattordici cartoline bucoliche raccolte in “The Land And The Garden”, lavoro il cui contenuto traspare fedelmente fin dalla sua copertina. Il tratto che unisce le due culture e la biografia recente di Mars presenta delicate tinte pastello, attraverso le quali è stata pennellata la sequenza di brevi bozzetti che forma l’album.

Archi, mellotron e altri dispositivi analogici, associati a distanti field recordings naturalistici popolano le visioni sonore di “The Land And The Garden”, che delle arti orientali conserva soprattutto la delicatezza nella giustapposizione degli elementi. Per il resto, l’itinerario sonoro del disco resta sospeso in una dimensione arcadica, accogliente e per brevi tratti vagamente spettrale, che tende talora a dischiudersi in saggi cameristici fioriti, sulle ali leggiadre degli archi (“Fences, Railway Lines And Other Obstacles”).

La ricerca di Vic Mars di una formula in grado di descrivere, a partire dai dettagli i paesaggi della campagna inglese giunge a un approdo di minimalismo elettro-acustico per certi versi affine alle esperienze di Tyneham House o di Michael Tanner in generale, e inoltre dotato di un senso di placida confidenza con i luoghi ritrovati, rappresentati con la dolce nostalgia di un ritorno a casa.


http://awalkthroughthetrees.blogspot.co.uk/

Annunci

Un commento su “

  1. Antonio M.
    12 dicembre 2015

    davvero un ottimo disco in cui luoghi e persone che vivono il luogo si fondono e splendono comunque di luce propria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: