music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

rhododendron_oneRHODODENDRON – One
(Deep Distance, 2016)

Potrà sorprendere non poco anche quanti già conoscono le variopinte avventure sonore che hanno condotto Oliver Cherer dall’originaria folktronica di Dollboy allo splendido album di folk corale a proprio nome “Sir Ollife Leigh And Other Ghosts” (2014), passando per una peculiare ricerca elettro-acustica, ritrovare il funambolico artista inglese in vesti sgargianti, alla guida dell’allucinato quintetto electro Rhododendron.

Accanto a lui si segnala in particolare la presenza di Darren Morris (David Holmes, Steve Mason), in quello che appare tutt’altro che una divagazione estemporanea dai percorsi fin qui compiuti dai due artisti. Anzi, Rhododendron denota tutti i caratteri del progetto destinato alla durata, a partire proprio dal frullatore di riferimenti imprevedibili che la band ha elevato a punti cardinali delle otto tracce di “One”, tutte improntate a distopiche visioni sci-fi, prodotte da alterazioni acide di Terry Riley e dei Suicide, calati in una più o meno improbabile dimensione di post-modernità disco.

Lo spirito con il quale la band confeziona i propri brani, collocati in un improbabile futuro anteriore, è spesso paradossale nell’impiego di synth modulari e impulsi ritmiche paranoidi, che omaggiano al tempo stesso l’elettronica teutonica seventies (“New Europe”) e iconoclastiche decostruzioni post-punk (“Church Of T”, “Car Crash Lights Off”).

Post-industriale e post-atomico (“A Foreign Language”) e talora fortemente ossessivo (“Monorail”, “Brute Blaster”), il lavoro disegna una sequenza di scenari ballardiani, resi credibili dal piglio divertito ma assolutamente serio con il quale Oliver Cherer si sono tuffati in questa nuova avventura, diretta verso lo spazio infinito… o forse destinata a ricondurli con i piedi per terra, a coltivare il culto per la tradizione inglese, interrotto soltanto per una breve divagazione.

https://rhododendron1.bandcamp.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 marzo 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: