music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

dan_michaelson_and_the_coastguards_memoryDAN MICHAELSON AND THE COASTGUARDS – Memory
(The State51 Conspiracy, 2016)

Si conclude all’insegna dei ricordi, del nostalgico rifugio nel passato, la trilogia in bianco e nero di Dan Michaelson, che con i suoi Coastguards ha scandagliato i diversi momenti di una storia d’amore, dal romanticismo di “Blindspot” (2013) alla dolorosa separazione di “Distance” (2014). Quello finale – corrispondente al sesto album del songwriter inglese – è invece il momento della riflessione, dello sguardo retrospettivo che induce alla ripartenza, dal punto di vista tanto personale quanto espressivo.

Nei sette brani di “Memory” la serenità suscitata dal trascorrere del tempo fa il paio con un impianto strumentale più ricco e deciso, nel quale un ruolo più significativo che in passato è rivestito dalla sezione ritmica e, soprattutto, dai fiati. Invariato permane invece il vellutato crooning di Michaelson, con i suoi toni ovattati e fumosi, che alternamente sfiorano narrazioni tipicamente cantautorali (“Undo” e la title track) o si espandono all’ariosa dimensione di robusti crescendo orchestrali (“Missing Piece”).

In filigrana alla malinconia connaturata alla poetica di Michaelson, “Memory” lascia comunque intravedere lo spirito pacato di un artista coerente ma in graduale evoluzione, dalla classe limpida come un cristallo oscuro.

http://www.danmichaelsonandthecoastguards.co.uk/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: