music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

elya_glaciersELYA – Glaciers
(La Bèl, 2016)

Le forme e i paesaggi che si sovrappongono sulla copertina digitale di “Glaciers” rispecchiano fedelmente la complessità degli intrecci che caratterizzano la musica di Elia Casu, sotto il suo nuovo alias ELYA.

Per confezionare le sei miniature del lavoro, l’artista sardo ha infatti tratto ispirazione da luoghi e culture musicali diverse, ricombinate come tessere di un puzzle dagli incastri talora sorprendenti. “Glaciers” appare appunto come un viaggio alla scoperta delle potenzialità di un’elettro-acustica dallo spiccato senso armonico, che abbrevia le distanze tra oriente e occidente in bozzetti di giocoso impressionismo sonoro.

Frammenti bucolici e vivaci screziature folktroniche, suadenti sensazioni lounge-pop e segnali di un’ambience ipnotica si susseguono così nella mezz’ora di un lavoro conciso ma pienamente esaustivo, sospeso nella dimensione spazio-temporale dell’immaginazione.

https://soundcloud.com/elia-casu

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 agosto 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: