music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

quentin_sirjacq_far_islands_and_near_placesQUENTIN SIRJACQ – Far Islands And Near Places
(Karaoke Kalk, 2016)

Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, il nuovo lavoro di Quentin Sirjacq non è un saggio di minimalismo pianistico tra i tanti ormai in circolazione, e nemmeno il risultato di qualche cervellotica applicazione meccanica o di artifici di registrazione allo strumento d’elezione dell’artista francese.

Certo, i nove brani di “Far Islands And Near Places” continuano a vedere il pianoforte quale principale protagonista, ma solo quale guida di una sorta di orchestra post-moderna alla quale partecipano chitarre, synth e soprattutto ritmiche acustiche (vibrafono, marimba, glockenspiel), che caratterizzano fortemente le composizioni in senso dinamico. Benché non manchino partiture pianistiche riflessive, appena scandite da fremiti appena percepibili (“Orange”, “Cold Lands”), l’essenza del lavoro è tutta nelle trame rilucenti intrecciate da linee armoniche e vibrazioni a tratti decise (“Bodies”), che lasciano via via spazio a giocosi incastri ritmici (“Wolves”) e alle timbriche di una lounge soffusa (“Round Dance”).

Tra le moderne interpretazioni del pianoforte, quella di Quentin Sirjacq non eccelle forse per capacità di coinvolgimento, ma pennella senz’altro lucide impressioni di intricata semplicità cameristica.

http://www.quentinsirjacq.com/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: