music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

kan_babelK’AN – Babel
(Time Released Sound, 2016)

Non cessa di riservare sorprese il pullulante terreno (lungi dal pensare a una “scena”) della sperimentazione neoclassico-ambientale italiana. Nel caso di Paolo Bellipanni e del suo progetto K’an, con già all’attivo un album e una serie di Ep digitali, l’itinerario attraverso il quale la sua musica perviene alla prima produzione in formato fisico passa per la serie di tirature limitate della californiana Time Released Sound, che ne accoglie nel catalogo l’articolata sequenza di undici brani riassunti sotto il titolo “Babel”.

Non a caso la traccia concettuale del lavoro è legata al linguaggio, all’intrecciarsi di codici comunicativi, del resto speculare a quello posto in essere nelle composizioni dell’artista romano, frutto di un’ibridazione tra scarni frammenti armonici e un microcosmo sonoro pullulante di rumori, effetti e vibrazioni concrete. Se infatti l’incipit di “Alphabet” potrebbe far pensare a un lavoro di minimalismo pianistico-ambientale, lo svolgimento di “Babel” amplifica in realtà il contenuto polisemico del messaggio sonoro di Bellipanni, il cui retroterra nel campo della musica da film si percepisce in combinazione con un approccio sperimentale, che attrae nel suo attrae drone, schegge post-industriali e field recordings. Pur mantenendosi ben distante da cliché di facile romanticismo, Bellipanni rifonde nei suoi brani contenuti suggestivi mutevoli, riportando in primo piano elementi di una potenziale “background music” popolata di suoni ed effetti che costituiscono le tessere di un puzzle in incessante ricombinazione.

Le saturazioni di “Confusion Of Tongues”, le morbide risonanze di “Labial” e “Immure”, le compresse bordate ritmiche di “Womb Is A Perfect Place To Conspire” e “The Body” sono solo alcuni tra gli innumerevoli aspetti salienti del caos organizzato condensato lungo i tre quarti d’ora di “Babel”, affresco sonoro tanto complesso quanto affascinante, il cui vortice in lento movimento trascende definizioni e formati espressivi abituali.

https://paolobellipanni.wordpress.com/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: