music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

MONOLOGUE – Spazio
(Hylé Tapes, 2017)

L’approccio istintivo e personale di Rosa Maria Sarri al soundscaping ambientale trova in “Spazio” una prospettiva diversa rispetto a quella esplorata nella sua recente collaborazione con Philippe Lamy (“Blue Deux“, 2016) e soprattutto nel suo precedente lavoro solista a nome Monologue (“The Sea From The Trees“, 2014). In maniera sostanzialmente speculare rispetto a quest’ultimo, in “Spazio” l’artista toscana esplora l’elemento complementare al suono, ovvero la sua dimensione fisica, intesa non nel senso di una sua mera descrizione, bensì come componente essenziale della percezione auditiva che se ne ricava.

Attraverso tale canovaccio concettuale si dispiegano le cinque tracce che formano il lavoro, generate da una strumentazione reale accuratamente selezionata e costituita da una serie di vecchie tastiere, i cui impulsi sono stati catturati su nastri da microfoni imperfetti, in modo da mantenerne l’immediatezza priva di filtri.
Prendendo in considerazioni gradazioni del suono che si estendono fino al silenzio, in “Spazio” Rosa Maria Sarri ne fornisce una rappresentazione relazionale, scolpita dalle tastiere, attraverso fruscii, iterazioni e progressioni, in un itinerario d’ascolto immaginifico e straniante.

http://www.facebook.com/MarieRoseLAB

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 agosto 2017 da in recensioni 2017 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: