music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

PAPER RELICS – The Road Home
(Whitelabrecs, 2018)

Un vero e proprio ritorno a casa ha presieduto, per la seconda volta, a un lavoro dei fratelli Harry e Stuart Towell sotto la sigla Paper Relics. Come già nella precedente occasione, risalente a sette anni fa, anche “The Road Home” ripercorre languidi ricordi dell’adolescenza dei due artisti inglesi, nell’occasione filtrati non da mera nostalgia, bensì da uno sguardo adulto e compassato al trascorrere del tempo.

In undici tracce strumentali, comprese entro durate tra i tre e i cinque minuti, i fratelli Towell delineano un itinerario sonoro costellato da vibrazioni di corde di chitarre folk e blues, lasciate risuonare fino a creare un’ambience meditativa e, a suo modo, romantica. A differenza dei lavori di Harry sotto l’alias Spheruleus, nessuna successiva manipolazione delle timbriche chitarristiche ha generato l’ovattato immaginario di “The Road Home”, incorniciato da morbidi arpeggi e corde pizzicate, che soffondono il ricordo nel calore dei loro delicati impulsi emozionali.

https://www.facebook.com/pages/Paper-Relics/161114857243207

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: