music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

JULIA KENT – Temporal
(Leaf, 2019)*

Ormai da anni Julia Kent conduce uno straordinario lavoro di ricerca sulle potenzialità del suo violoncello, del quale attraverso il dosaggio di effetti e tempi ha già dimostrato l’autosufficienza e la ricchezza timbrica. Se nel precedente lavoro solista, non a caso intitolato “Asperities” (2015), ne aveva esplorato gli itinerari sonori più impervi, l’artista canadese torna a evidenziare in “Terminal” i caratteri più emozionali e cinematici del proprio strumento.

Non per questo la sequenza dei suoi nuovi sette brani, aperta dagli oltre dodici minuti di “Last Hour Story”, indulge affatto al romanticismo, anzi dosa con estrema accuratezza tempi e timbriche, elaborando tanto prolungate vibrazioni armoniche quanto vividi incastri dinamici. Julia plasma così nuovamente le austere frequenze emesse dal violoncello attraverso archetto e pedali, impiegando cadenze in prevalenza dilatate per creare prolungate sospensioni, la fragile tensione dei cui interstizi armonici delinea avvolgenti orizzonti meditativi.

*disco della settimana dal 28 gennaio al 3 febbraio 2019

http://www.juliakent.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 gennaio 2019 da in recensioni 2019 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: