THE MARIGOLD – Erotomania (DeAmbula, 2007) Strano destino quello di The Marigold, trio abruzzese composto da Marco Campitelli (voce, chitarra, tastiere, samples), Stefano Micolucci (basso e djembè) e Giovanni Lanci (percussioni), ormai attivo da qualche anno e conosciuto più che in patria in Francia, ove ha tenuto una serie di concerti ed è entrato in…

DEAD MAN WATCHING – Dead Man Watching (Autoprodotto, 2007) È quasi con un moto di sorpresa che si scopre come tra le innumerevoli produzioni di giovani band italiane non vi siano soltanto tentativi di occhieggiare a un “indie” di pronto effetto o di perseguire mode del momento e costruzioni intellettuali che lasciano il tempo che…

PETER BRODERICK – Docile (Kning Disk, 2007) Peter Broderick è un giovane e versatile polistrumentista danese, che vive a metà tra Stati Uniti ed Europa, tenendosi impegnato su entrambe le sponde dell’Atlantico in numerosissimi progetti e collaborazioni, tra i quali Horse Feathers, Norfolk & Western, M. Ward, Library Tapes e i suoi connazionali Efterklang, della…

WINTER TOOK HIS LIFE – You Know What It’s Like To Be Alone And Shut Down (Bless The Press, 2007) Pochi tratti che delineano una figura femminile stilizzata, con uno squarcio in mezzo al petto, attraverso il quale passa il filo immaginario dei sentimenti e dei rapporti umani, vissuti con un senso di ineluttabilità e…

MUSETTA – Mice To Meet You (Irma, 2007) Si presenta con discrezione e con un artwork curatissimo il duo milanese Musetta, punto d’incontro tra i retroterra musicali dell’artista elettronico Matteo Curcio e della vocalist a tutto tondo Marinella Mastrosimone. La comune passione dei due per il jazz, filtrata attraverso sample ed effetti elettronici vari, dà…

WES WILLENBRING – Somewhere Someone Else (Hidden Shoal, 2007) L’etichetta australiana Hidden Shoal, attivissima in un ampio ambito sonoro che spazia tra dilatazioni sognanti, elettronica e post-rock (tra le sue recenti uscite possono ricordarsi Colour Kane, Cheekbone, Jumpel e Slow Dancing Society), tiene a battesimo il debutto di un nuovo artista impegnato nell’esplorazione di territori…

CHRISTIAN KJELLVANDER – I Saw Her From Here, I Saw Here From Her (V2, 2007) Forte di un contratto con una major, ritorna con il suo quarto album Christian Kjellvander, uno dei “Cowboys In Scandinavia”, cantautori svedesi più o meno conosciuti che sono stati presentati anche al di fuori dei confini nazionali grazie all’omonima ed…

ODRAN TRUMMEL – Mutants And Loonies (Another Record, 2007) Nuova uscita per l’etichetta francese Another Record che continua a perseguire la sua filosofia a metà tra netlabel e casa discografica. Dopo il buon disco dei Dirge di inizio anno, adesso è la volta di Odran Trümmel, cantautore franco-olandese, reduce da un’esperienza nell’ambiente musicale scozzese, ove…

THE BEAUTIFUL SCHIZOPHONIC – Musicamorosa (Crónica, 2007) Fuori dagli schemi e dai consueti circuiti della musica elettronica, l’artista portoghese Jorge Mantas da qualche anno a questa parte conduce le sue esplorazioni sonore sotto l’accattivante alias di The Beautiful Schizophonic. Dopo l’esordio “Hyperblue Hydrophonics” e la quasi totalità dei brani compresi nella pubblicazione “Product 06” della…

PICASTRO – Whore Luck (Polyvinyl, 2007) Alla loro terza prova, i canadesi Picastro rinnovano ancora la magia dell’accostamento tra ruvidezze post-rock e delicatezza di arrangiamenti e melodie ovattate, tracciate con grazia schiva dalla suadente voce della cantante e polistrumentista Liz Hysen, da sempre fulcro dell’espressione artistica di una band intenta alla ricerca dell’equilibrio tra l’evidente…

EMILY JANE WHITE – Dark Undercoat (Double Negative, 2007) Nostalgici della Cat Power intensa e seducente di “You Are Free”? Ancora perplessi della sua svolta passatista e bluesy di “The Greatest”? Bene, potreste aver trovato colei che, lungi dal poter prendere il posto della gatta più fascinosa del cantautorato al femminile, potrà forse portare un…

SYLVAIN CHAUVEAU – Nuage (Type, 2007) Reduce dalla inaspettata quanto intrigante transizione para-cantautorale del suo progetto originariamente post-rock Arca, Sylvain Chauveau torna a cimentarsi con il minimalismo pianistico che ha da sempre caratterizzato le sue opere, rendendolo uno dei compositori contemporanei più raffinati e sensibili nonché meritevoli di maggiore considerazione. L’occasione stavolta gli è stata…

DAMON & NAOMI – Within These Walls (20|20|20, 2007) Sarebbe oltremodo superfluo, in sede di presentazione del nuovo lavoro di Damon Krukowski e Naomi Yang, ripetere ancora una volta i riferimenti agli indimenticabili ma ormai lontani trascorsi come membri dei Galaxie 500, poiché la loro attività di coppia artistica (oltre che nella vita) perdura sotto…

SKALLANDER – Skallander (Type, 2007) Proviene dagli antipodi l’ultimo frutto del progressivo ampliamento degli orizzonti musicali della rinomata Type Records: gli Skallander sono infatti un duo originario della Nuova Zelanda, che già da qualche anno ricerca un peculiare equilibrio tra moderata sperimentazione e retaggi folk. Per questo loro terzo album, Bevan Smith e Matthew Mitchell,…

THE INNOCENCE MISSION – We Walked In Song (Badman, 2007) “Potevamo stupirvi con effetti speciali…”, recitava una vecchia pubblicità, sepolta tra i ricordi di chi ha trascorso l’infanzia negli anni 80, ma che pure ritorna in superficie di fronte alla constatazione di come oggi, in ambito musicale e artistico in genere, la ricerca del colpo…

KLIMEK – Dedications (Anticipate, 2007) Sebastian Meissner, il compositore tedesco che attualmente si cela sotto l’alias Klimek, è un artista che, da qualche anno e sotto diverse denominazioni (Random Industries, Bizz Circuits, Autokontrast), conduce nell’ombra un’interessante ricerca musicale, non semplicemente annoverabile nella categoria dell’ambient-music, ma originata da riferimenti che spaziano da Steve Reich al minimalismo…

DAKOTA SUITE – Waiting For The Dawn To Crawl Through And Take Away Your Life (Glitterhouse, 2007) Scusate il ritardo. È quello che potrebbe dire il cantautore inglese Chris Hooson, titolare, insieme a Danny Buxton, della sigla Dakota Suite, per i quattro anni di attesa per il seguito del precedente album “This River Only Brings…

THE BALUSTRADE ENSEMBLE – Capsules (Dynamophone, 2007) Coniugare estetica antica e sensibilità moderna: questo il dichiarato intento sottostante al collettivo di artisti che ha appena fatto uscire, per la sempre valida Dynamophone Records, il proprio debutto sotto il nome di The Balustrade Ensemble. Se il nome di questa estemporanea band non concede particolari indizi sul…

SHADY BARD – From The Ground Up (Static Caravan, 2007) Se è vero che, da qualche tempo a questa parte, il classico indie-folk rappresenta terreno di ricerca sonora e sperimentazioni varie, può anche dirsi che non tutti gli ambiziosi tentativi di sviluppo di radici musicali folk producono risultati apprezzabili e soprattutto coerenti con il retroterra…