RICHARD MOULT – Musick For The English Sphinx (Self Released, 2018) A breve distanza dal suo secondo volume di musica da camera, dalla sua solitaria residenza nelle Ebridi Richard Moult rilascia una nuova raccolta di brani realizzati insieme alla Ætheric Orchestra. “Musick For The English Sphinx” ne raccoglie sei, uno dei quali basato su un tema…

RICHARD MOULT – Chamber Music Volume 2 (Self Released, 2017) Il secondo volume delle composizioni da camera di Richard Moult, che segue di un anno il precedente, conferma in pieno la dimestichezza dell’artista inglese con tale dimensione espressiva, da lui interpretata nuovamente in chiave tutt’altro che accademica, bensì ancora una volta riferita a sensazioni tratte…

rearview mirror: 2016

Buone o cattive che possano reputarsi, alle abitudini è ben difficile rinunciare; per questo, nelle ultime settimane (in qualche caso persino prima della fine dello scorso novembre!) chi segue con attenzione la musica indipendente avrà avuto modo di leggere decine e decine di classifiche volte a ricostruire, raccogliendone il meglio, l’annata appena trascorsa. Per lo…

RICHARD MOULT – Chamber Music  (Fort Evil Fruit, 2016) La misteriosa riscoperta di suoni e tradizioni rurali per Richard Moult è sempre andata di pari passo con l’accesso a una dimensione compositiva capace di imprimere a una strumentazione sostanzialmente classica strutture e dinamiche affini al campo della sperimentazione contemporanea. Non stupisce, dunque, ritrovare il prolifico…

RICHARD MOULT – Sjóraust (Second Language, 2016)* Per pochi altri artisti come per Richard Moult la ricerca sonora applicata ai luoghi non è mera speculazione intellettuale, bensì riveste contenuti concreti, tangibili nella quotidianità della percezione ma allo stesso tempo insondabili, sotto forma di testimonianze di lungo periodo, tra storia e mitologia arcana. Il suo ultimo…

rearview mirror: 2015

Per il quarto anno consecutivo, tanti quanti quelli di autonoma attività di Music Won’t Save You, ci si ritrova al tradizionale resoconto ricostruttivo degli ultimi dodici mesi di produzioni musicali, seguite anche nel 2015 attraverso una mole mai così ingente di recensioni (circa 600!), streaming media, interviste e articoli. Chi segue queste pagine, curate per…

UNITED BIBLE STUDIES – Soregh, Murne & Fast (Self Released, 2015) È ben lontano da un Natale da cartolina contemporaneo quello celebrato a modo loro dagli United Bible Studies, con il terzo album pubblicato nel 2015, stavolta regalato a mo’ di strenna in download gratuito. Del resto, non poteva essere altrimenti per un collettivo di…

DAVID COLOHAN / RICHARD MOULT – Branded By Constellations (Fluid Audio, 2015) Due tra i più sensibili ricercatori di memorie sonore legate ai luoghi e alle tradizioni recondite delle isole britanniche si incontrano per descrivere un tratto di percorso, solitario e condiviso, guidato dalla sola fioca luce delle stelle. David Colohan e Richard Moult, entrambi…

UNITED BIBLE STUDIES – The Ale’s What Cures Ye (MIE Music, 2015) La seconda tappa annuale dell’itinerario degli United Bible Studies tra arcane memorie folk vede il collettivo britannico addentrarsi vieppiù in tradizioni risalenti, attraverso una raccolta integralmente costituita da riletture di brani appartenenti alla cultura rurale. Anche i luoghi sono fondamentali per rendere l’operazione…

UNITED BIBLE STUDIES – So As To Preserve The Mystery (Deep Water Acres, 2015)* Nonostante i componenti della sua variabile line-up non cessino di condurre le proprie ricerche singolarmente o nel quadro di una pluralità di progetti collaborativi, ciclicamente il collettivo avant-folk United Bible Studies si riunisce per dedicarsi alla stesura di un album organicamente concepito,…

RICHARD MOULT – Last Night I Dreamt Of Hibrihteselle (Wild Silence, 2015) L’incessante ricerca che Richard Moult va conducendo da qualche anno sulle radici della tradizione culturale e musicale britannica, con approccio da studioso e lessico di compositore sperimentale, segna con “Last Night I Dreamt Of Hibrihteselle” uno stadio di evoluzione emblematico, ambizioso ed estremamente stimolante….

[video of the week] Richard Moult – The Sounding Circle

Richard Moult – Keyboards, Guitars, Orchestral & Mellotron Samples, Backing Vocals David Colohan – Lead Vocals Adam Leonard – Backing Vocals Geraint Obley – Keyboard Music by Richard Moult Words by Gladys Mary Coles From the album “Last Night I Dreamt Of Hibrihteselle”, released spring 2015 on Wild Silence

RICHARD MOULT – Procyon Over Beinn Airigh Charr (Ljóðhús, 2015) La prima pubblicazione dell’annata di Richard Moult vede l’enigmatico compositore inglese rimaneggiare del vecchio materiale, già in parte edito nel 2010, secondo modalità tali da amplificarne il contenuto cameristico-orchestrale. Le due diverse versioni di “Procyon Over Beinn Airigh Charr” presentano profili parzialmente diversi dal punto…

RICHARD MOULT – Aonaran (Wild Silence, 2013) Le cinque tracce di “Aonaran” possono considerarsi premessa e corrispettivo di “Hexameron”, recente lavoro nel quale Richard Moult e David Colohan hanno rinnovato una lunga collaborazione che affonda le proprie radici nel collettivo United Bible Studies. A differenze delle misteriose suggestioni medievali tra sacro e profano di quel…

RICHARD MOULT & DAVID COLOHAN – Hexameron (Time Released Sound, 2013) Entrambi accomunati dall’esplorazione degli aspetti più misteriosi della tradizione rurale britannica, Richard Moult e David Colohan tornano a collaborare per un progetto artistico parallelo alla loro esperienza in seno al collettivo United Bible Studies. Le sei tracce raccolte in “Hexameron” uniscono le partiture al…

UNITED BIBLE STUDIES – Spoicke (Fluid Audio, 2013) Pochi mesi dopo la pubblicazione del suo ultimo album vero e proprio (“The Jonah, 2009”) il collettivo formato tra gli altri da Richard Moult, David Colohan e Michael Tanner ha registrato nel corso di un festival olandese i quaranta minuti di musica oggi proposti in “Spoicke”. Due strumentali…

UNITED BIBLE STUDIES – I Am Providence (Jellyfant, 2012) In un istante di pausa dai loro tanti altri progetti personali e collaborativi, Michael Tanner, Richard Moult, David Colohan e Áine O’Dwyer si sono ritrovati con i compagni di viaggio Gavin Prior, Ivan Pawle e James Rider, per riprendere le esplorazioni di mistica psichedelia folk del…

RICHARD MOULT – Yclypt (Second Language, 2012) Riti ancestrali della tradizione britannica sono alla base dell’ispirazione della nuova opera firmata dal poliedrico compositore, poeta e pittore Richard Moult, primo artista a doppiare la sua presenza nel catalogo della Second Language di Glen Johnson e soci. Se “Celestial King For A Year” traeva spunto da canti…