music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

rm_hubbert_breaks_and_boneRM HUBBERT – Breaks & Bone
(Chemikal Underground, 2013)

Se il debutto solista “Thirteen Lost & Found”, eletto album scozzese dello scorso anno, ha portato sotto i riflettori RM Hubbert, già El Hombre Trajeado, anche grazie alla partecipazione di ospiti quali Aidan Moffat, Alasdair Roberts e Alex Kapranos, i dieci brani di “Breaks & Bone” sono invece frutto di un’elaborazione tutta personale.

Unico complemento della chitarra acustica è la voce di Hubbert, che per la prima volta fa sommesso capolino in alcuni brani, conferendo tiepide sfumature ad atmosfere raccolte e avvolgenti.

Placidamente contemplativi ma dotati di buona dinamica e saltuarie increspature più contorte, gli armoniosi arabeschi del chitarrista scozzese sviluppano il fingerpicking coniugando tecnica e pathos.

(pubblicato su Rockerilla n. 398, ottobre 2013)

http://www.rmhubbert.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 ottobre 2013 da in recensioni 2013 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: