music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

benjamin_finger_the_betBENJAMIN FINGER – The Bet
(Watery Starve, 2014)

Per Benjamin Finger come per pochi altri creatori di paesaggi sonori, la musica rappresenta solo uno dei tasselli di un più articolato puzzle di linguaggi espressivi.

Facendo leva sulla sua poliedrica sensibilità di regista e fotografo, l’artista norvegese ha trasposto in “The Bet” un’immaginifica narrazione nella quale la musica disegna letteralmente figure e suggestioni dai contorni tenebrosi e fantastici.

Attraverso tale composito approccio, Finger trascende il minimalismo neoclassico del precedente “Listen To My Nerves Hum” (2013) in enigmatiche meditazioni che coniugano elementi “concreti” con sciabordate ritmiche, field recordings e spettrali frammenti vocali, in una sequenza di misteriose vignette sonore.

(pubblicato su Rockerilla n. 406, giugno 2014)

http://www.facebook.com/finger.benjamin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 giugno 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: