music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

chihei_hatakeyama_moon_light_reflecting_over_mountainsCHIHEI HATAKEYAMA – Moon Light Reflecting Over Mountains
(Room40, 2015)

L’osservazione del mondo naturale continua a popolare l’immaginario di Chihei Hatakeyama, la cui prolifica attività di compositore ambientale va sempre più caratterizzandosi nel senso dell’aderenza a luoghi, paesaggi e fenomeni atmosferici, osservati con l’occhio sensibile di chi, attraverso la loro traduzione in materia sonora, vuole omaggiarli piuttosto che trarne semplicemente suggestioni da piegare poi alle proprie finalità espressive.

Nel recente processo di progressivo abbandono a una dimensione contemplativa tracciato dalla sue ultime opere (“Winter Storm” e “Mist”), gli otto brani di “Moon Light Reflecting Over Mountains” rappresentano l’apice di una quiete romantica, conseguita attraverso il sostanziale superamento delle componenti più tenebrose e rumoriste dell’artista giapponese. Nella sola “Mausoleum” si colgono infatti echi di una maestosa marea distorta, ben presto dissolti in modulazioni rilucenti, come quelle che fluiscono lungo tutto il conciso corso del lavoro (appena quaranta minuti).

“Moon Light Reflecting Over Mountains” appare appunto una sequenza di istantanee sonore in lento movimento tra coltri ambientali estatiche (“Prince Of The Sea”, “Journey To The Imaginary Paradise”) e un residuo alone di mistero (“A Narrow Path Of The Sacred Forest”). L’estrema delicatezza della tavolozza di Hatakeyama rispecchia fedelmente la fragilità dell’equilibrio naturale al quale è ispirato, che trova suggello nei sorprendenti arpeggi acustici di “A Bronze Pike” e nelle morbide risonanze dei due brani finali, “Phantom Voice” e “End Of The Night”, che creano sospensioni tra sogno e realtà, descrivendo un ampio arco di frequenze tanto placide da sfiorare la melodia.

Non è più una sorpresa ritrovare un contenuto così spontaneamente immaginifico nei lavori di Chihei Hatakeyama, artista che nelle sue tante uscite continua a condensare la rappresentazione di un naturalismo ambientale che non è mera suggestione intellettuale, bensì si traduce in autentico rapimento di sensi ed spirito.

http://www.chihei.org/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: