music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

wil_bolton_marramWIL BOLTON – Marram
(Fluid Audio, 2015)

“Marram” è il nome comune di una pianta del genere Ammophila, la cui caratteristica è quella di adattarsi a luoghi desertici e condizioni meteorologiche particolarmente inclementi; per intendersi, si tratta di quell’erba che forma esili cespugli di foglie filiformi, presenti ad esempio sulle dune sabbiose. La scelta del nome di questa pianta per designare il nuovo lavoro di Wil Bolton racconta già molto del suo contenuto: flessibilità, permanenza e austerità possono identificarsi quali elementi distintivi delle sue quattro tracce, che vedono il chitarrista e compositore inglese discostarsi in parte dalle abituali modulazioni chitarristiche e dal morbido calore sonoro di molte delle sue opere (da ultimo il suggestivo “Whorl”) per rappresentare attraverso il suo un contesto ambientale spazzato dal vento, in balia delle forze delle natura, eppure saldamente ancorato a precisi cardini espressivi.

Accanto a residue frequenze elaborate a partire dalle corde di una chitarra classica, in “Marram” si muove un’ideale orchestra in miniatura, condensata in strati di synth analogici e rilucenti fremiti acustici (glockenspiel), ai quali si aggiungono il clarinetto di Edward Farrow e il violino di Christoph Berg. Tali premesse rendono “Marram” una significativa evoluzione nella tavolozza espressiva di Bolton, che la condivisione realizzativa rende ricca e organica come non mai, seppur nel segno di una continuità concettuale con la creazione di un universo sonoro espanso, contemplativo, dagli spiccati contenuti descrittivi.

Non solo morbide coltri sintetiche hanno preso sostanzialmente il posto del ventaglio di delay e field recordings, ma gli ulteriori contributi acustici dischiudono al lavoro una dimensione acustico-orchestrale visionaria, che rideclina il paesaggismo ambientale di Bolton attraverso esili fili accuratamente intrecciati e sovrapposti in un equilibrio di calma persistente, inscalfibile da fattori esterni come quello di una pianta che permane ancorata a un terreno difficile, sotto qualsiasi fenomeno atmosferico.

http://wilbolton.co.uk/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 giugno 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: