LUCY CLAIRE – Collaborations No. 2 (This Is It Forever, 2016) Quando la pienezza del pianoforte non solo si apre al dialogo con altri strumenti ma anche funge da base per canzoni compiute, il minimalismo neoclassico si eleva a linguaggio totalizzante, rivelando tutta la propria duttilità espressiva. Lo sa bene Lucy Claire, pianista inglese che…

CURLICUES – The Long Transition (Self Released, 2015) In uno spazio indefinito, sospeso tra passato e presente, tra musica e arti visive, sul finire dello scorso anno si è manifestata dalla campagna inglese la prima testimonianza concreta – una limitata edizione su cassetta associata formato digitale – della composita poetica di L.A. Foster, condensata nel…

[streaming] Lowered – Arche (For Gongs)

The first in a series of minimal drone studies of acoustic instruments. This recording features 32″ tam-tam, together with field recordings and singing bowls. No artificial effects have been used. Deep melancholic bass swells emerge from the white noise of the trees, which give way to blackened low-end rumbles, floating midrange drones, and fragile, crystalline…

WANDER – Kat Gat Sea (Wounded Knife, 2016) Non è stata un’esperienza estemporanea quella che lo scorso anno ha portato Vincenzo De Luce (Zero Centigrade, Drowning In Wood) a condividere abilità esecutiva e ispirazione istintiva con Matteo Tranchesi nel duo Wander. A meno di dodici mesi dal debutto del duo, è già tempo per il…

TALONS’ – Work Stories (Self Released, 2016) Nel percorso di avvicinamento di Mike Tolan a un prossimo lavoro intitolato “After Talons’”, già annunciato entro la fine di quest’anno, il mini album “Work Stories” segna una tappa aspra e decisa, corrispettivo dalla più evidente grana elettrica rispetto alle narcolessie atmosferiche del recente “Growing Up”. Benché anche…

ASTRONAUTE – Petrichor (Zeal, 2016) La vibrante delicatezza e le cadenze compassate del loro Ep di debutto “Myriad” (2013) non aveva lasciato passare sotto silenzio la poetica umbratile dei belgi Astronaute. Adesso, seguendo tempi dilatati come quelli delle loro canzoni, il quartetto guidato dalla cantautrice Myrthe Luyten perviene al proprio primo lavoro sulla lunga distanza…

[streaming] David Åhlén – Hidden Light

It’s 2016 and the world is (still) in darkness. Big or small, the hurt is hurting everyone and this does not simply pass by David Åhlén just because he lives on a remote island in the Baltic sea. Together with his wife and five children, David is part of ‘Stenkumla parsonage’, a Monastic community and…

VEKTORMUSIK – Time Woke Up In Darkness excerpts Vol 2 (Time Released Sound, 2016) Una sequenza di frammenti armonici e rumori (più o meno) accidentali diventa una coerente rappresentazione di un momento creativo, colto in una serie di improvvisazioni quotidianamente impresse su nastro nel giugno dello scorso anno da parte del duo danese Vektormusik. Così,…

[video of the week] Sara Forslund – Did You Ever

Taken from Sara Forslund’s debut album “Water Became Wild” (2015). Written / Directed by Elin Wramneby With Isabel Lanzarotti Sara Forslund (1981) was born in a small village called Borgvattnet in the northern part of Sweden. Borgvattnet is known for its haunted vicarage. At that time, Sara’s father Tore Forslund was the local priest and was nicknamed `The…

GLACIS – Love, If You Love Me, Lie Beside Me Now (Tavern Eightieth, 2016)* Nessuna speculazione intellettuale, nessun artificio realizzativo, soltanto la pura spontaneità emozionale affidata alla note del pianoforte. Niente più di questo (ed è tutt’altro che poco!) sottende ai poco più di venti minuti di “Love, If You Love Me, Lie Beside Me…

HOTEL NEON – Remnants (Fluid Audio, 2016) Il viaggio, nella sua metafora sonora, si è già dimostrato parte integrante dell’immaginario degli Hotel Neon in occasione del loro recente debutto discografico. Per la loro seconda opera, che ne segna l’ampliamento da duo composto dai gemelli Michael e Andrew Tasselmyer a terzetto con l’ingresso in formazione di…

RAPOON – Song From The End Of The World (Glacial Movements, 2016) La fine del mondo evocata dal titolo del lavoro che segna l’ennesima tappa della sconfinata produzione di Robin Storey sotto la sigla Rapoon non è un concetto astratto o fantascientifico, ma qualcosa che viene dalla notte dei tempi ed è rimasto per millenni…

SUBMERSION – Abrade (Diametric, 2016) Dall’originaria produzione casalinga su cassetta, i suoni di “Abrade” hanno impiegato quattro anni per assurgere al rango di pubblicazione ufficiale. Con l’occasione, alle due lunghe tracce che ne costituivano la struttura, l’edizione su cd affianca tre remix, che espandono tutti gli aspetti fondamentali del progetto Submersion, incentrato su field recordings, isolazionismo…

[streaming] Benedict Benjamin – Thin Skin

Benedict Benjamin is Ben Rubinstein, formerly of The Mariner’s Children and Peggy Sue. His debut album “Night Songs” is a collection of timeless compositions recorded in a series of churches, bedrooms and kitchens across London and Kent with producer Dan Blackett (Landshapes, Bella Union). Ben is first and foremost a songwriter versed in the classical…

MUSIC FOR ELEVEN INSTRUMENTS – At Moonshine Park With An Imaginary Orchestra (Dead Pop Opera, 2016) Briosi sentori mediterranei e una leggerezza tutta primaverile animano le nove tracce che segnano il ritorno di un progetto musicale tra i più particolari offerti dal panorama indipendente italiano. Ne è artefice l’orchestra immaginaria del siciliano Salvatore Sultano, che confeziona…

THE VOLUME SETTINGS FOLDER – Laguna (Oscarson, 2016) Il prolifico progetto di sperimentazione elettro-acustica di Filippo Bordigato, The Volume Settings Folder, molto apprezzato anche per l’aspetto fisico delle sue autoproduzioni, trova ideale corrispettivo nelle curatissime edizioni limitate della tedesca Oscarson. Per l’occasione, l’artista veneto traccia un’ideale mappa sonora del suo sfaccettato agire compositivo, simbolicamente legata al…

RADICAL FACE – The Family Tree: The Leaves (Nettwerk, 2016) Dalle radici ai rami, dai rami alle foglie; il terzo passaggio logico conclude, anche da un punto di vista metaforico, la trilogia “The Family Tree”, che ha impegnato Ben Cooper negli ultimi cinque anni, sulle orme di una numerosa famiglia americana del diciannovesimo secolo, le…

BOSQUES DE MI MENTE – …de los Valles y las Montañas (Fluttery, 2016) Un nuovo album di Bosques de mi Mente significa innanzitutto che il suo artefice, Nacho Carvajal, ha deciso di recedere dall’intendimento di abbandonare il proprio progetto artistico, manifestato a margine del suo ultimo lavoro “No Sobreviviremos Otro Invierno”. Il ritorno dell’artista spagnolo…

THE GALLEONS – The Hidden Colour (Self Released, 2016) La frizzante brezza marina di Brighton torna per la terza volta a gonfiare le vele del vascello sul quale continua a suonare la colorata orchestrina folk dei Galleons. A differenza del breve periodo intercorso tra l’omonimo debutto (2012) e il seguito “Cloud Physics” (2013), stavolta il…