music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

m_ostermeier_tiny_birdsM. OSTERMEIER – Tiny Birds
(Home Normal, 2016)

A un anno dal suggestivo “Still“, per Marc Ostermeier è già tempo per proseguire il lavoro per sottrazione che ne ha spogliato l’elettro-acustica ambientale trasformandola in minimalismo neoclassico incentrato sul pianoforte.

È quest’ultimo il protagonista assoluto delle tredici miniature di “Tiny Birds”, accompagnato soltanto, in due occasioni, dal violino di Christoph Berg e da impercettibili risonanze ambientali, che definiscono appena l’asettico spazio sonoro nelle quali le note acustiche si librano in lenta sospensione.

Si direbbe che Ostermeier applichi l’approccio del suo lavoro di ricercatore biomolecolare anche ad armonie sempre più scheletriche, che definiscono contemplative meditazioni pianistiche.

(pubblicato su Rockerilla n. 386, aprile 2016)

http://www.words-on-music.com/mostermeier/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 aprile 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: