REAL ESTATE – In Mind (Domino, 2017) Nel volgere di tre dischi, con la loro scrittura discreta e un approccio ostentatamente leggero, i Real Estate sono riusciti ad affermarsi come realtà guitar-pop ormai riconosciute su vasta scala nell’universo indipendente. Accanto alla band newyorkese hanno così cominciato a pullulare corollari sotto forma di progetti personali, che ne…

[video of the week] Bank Myna – Lighthouse

Parisian quartet Bank Myna illustrates ‘Lighthouse’, from the band’s debut EP released in April 2016, with a dreamlike and symbolic short movie about a father-son relationship, shot by Antoine Toulliou and produced with the help of Les Films du Chat d’Oz. Used to long formats, the band with aerial and contrasted songs offers a captivating…

EMMA GATRILL – Cocoon (Flau, 2017)*  L’innata propensione alla ricerca ha portato Emma Gatrill molto lontano dai sicuri approdi del Willkommen Collective nel quale affondano le sue radici artistiche; seguendo orme già tracciate dalla collega Rachael Dadd, la polistrumentista di Brighton pubblica il suo secondo disco in Giappone, quasi cinque anni dopo il debutto “Chapter…

GALLERY SIX – Vibrancy (Shimmering Moods, 2017) Il paesaggio invernale cristallizzato nell’immagine di copertina del nuovo lavoro di Hidekazu Imashige sotto l’alias Gallery Six rispecchia fedelmente l’immaginario suggerito dalle nove tracce che vi sono contenute. Quella adagiata lungo tutta l’ora di durata di “Vibrancy” è infatti una soffice coltre di risonanze ambientali, modulate secondo diversi gradi…

WILLIAM RYAN FRITCH – Birkitshi – Eagle Hunters In A New World (Lost Tribe Sound, 2017) Reduce da un tour de force di uscite nell’ultimo biennio, William Ryan Fritch si è imbarcato in una nuova avventura, che lo ha portato in Mongolia, sulle orme dei Burkitshi, popolazione di etnia kazaka che pratica ancora la caccia…

BJARNI GUNNARSSON – Paths  (Granny, 2016) Cinque itinerari sonori tra interni asettici e paesaggi naturali alieni come quelli della sua Islanda: sono quelli che Bjarni Gunnarsson condensa in “Paths”, appunto, raccolta su disco di una serie di installazioni sonore realizzate tra Reykjavík, L’Aia e Parigi. I cinque lunghi brani delineano una continua inversione di piani…

[streaming] Oscar Dowling – The Life

Taken from “Free And Easy”, debut album by Oscar Dowling, out 2nd June 2017. Oscar Dowling’s debut album was recorded and mixed with Ben Lawson in Auckland, the album features local luminaries Steven Huf, Will Wood, Mason Fairey, and Sam Hamilton. Dowling recalls; “Ben Lawson heard me play at my neighbours wedding and later asked…

LORENZO MASOTTO – Aeolian Processes (Dronarivm, 2017) Sempre più ricca di atmosfera e di dinamiche compositive la proposta all’insegna del neoclassicismo pianistico di Lorenzo Masotto. Nei due anni trascorsi da “Seta“, l’artista veneto ha lavorato in maniera significativa sulle componenti paesaggistiche della sua musica, variamente alimentate da interpolazioni elettroniche, sospensioni e avvolgenti abbracci armonici. Proprio…

MOON MOON MOON – Help! Help! (Tiny Room, 2017) La storia di Mark Lohmann, olandese di Heerhugowaard, comincia come quella di tanti altri artisti nati nell’era dell’autoproduzione nella proverbiale “cameretta”. In quella dimensione crea e realizza due album e un Ep sotto l’alias Moon Moon Moon, ampliando via via i propri orizzonti espressivi e cominciando a…

JOSÉ SILVA – Modulated Tones No.1: Music For Framed Works (Whitelabrecs, 2017) Per quanto gran parte dei linguaggi musicali abbia assunto una valenza del tutto universale, segnatamente nei campi della sperimentazione ambientale e del soundscaping la provenienza geografica degli artisti che li praticano non rappresenta un mero dato accessorio, spingendosi invece fino a definire il…

[streaming] Chris Bathgate – Northern Country Trail

“Northern Country Trail” is the first track out of “Dizzy Seas”, album out on May 16th. In a rush, a blur, with ambient vapors swirling round it setting the stage, Chris Bathgate’s “Dizzy Seas” has arrived, the product of six years of exploration, travel, searching, daydreaming. “Dizzy Seas” is Bathgate’s fourth full-length album; a brilliant…

FOREST WALKER – UV Sea (Constellation Tatsu, 2017) “UV Sea”, ovvero di quando sinuose scie sintetiche producono visioni di mondi immaginari: i due lunghi piani sequenza e le due più concise istantanee, equamente ripartite sulle facciate di una cassetta a tiratura limitata e raccolte sotto tale immaginifica denominazione, dischiudono un parallelo universo sensoriale, concepito da…

CAMERON AVERY – Ripe Dreams, Pipe Dreams (Anti, 2017) La storia che ha condotto al debutto solista Cameron Avery è lunga e articolata: gli esordi a inizio secolo nella scena garage di Perth, l’attività di batterista con i Pond, le derive psych culminate nei Tame Impala e, infine, il trasferimento negli Stati Uniti e la trasformazione…

BRENDA XU – Overflow (Self Released, 2017) Tre anni dopo i paesaggi invernali del suo terzo album “For The Winter“, gli orizzonti creativi di Brenda Xu tornano più vicini a quelli della realtà quotidiana, dalla quale la stessa cantautrice di origine cinese racconta di aver tratto spunto per i sette brani del nuovo “Overflow”. Non…

[video of the week] A Lilac Decline – A Fine Day At Last

Taken from the album “The Mountain Rages”, out March 31st on Rusted Rail. “The Mountain Rages” is the debut album by A Lilac Decline, the anagrammatic musical pseudonym of visual artist Cecilia Danell. Originally from Sweden but resident in Ireland for over a decade, Danell is a member of fellow Rusted Rail acts Cubs and…

[streaming] Mesta – Sedam Poslednjih Reči Tebi

MESTA is a spiritual noise / slowcore / drone band conceived in the Winter of 2007 with an idea of echolocating God through music. Extremely intimate and cathartic. “MESTA is, to me, looking up, from the long day’s journey through the mundane kingdom of man, to the firmament above and finding in that fire-tinged sky…

DARK GLOBES – Everyone I Know Is Falling Apart (Half Machine, 2017)* Nulla meglio della malinconia invernale di una città portuale sul Mare del Nord poteva fungere da quinta dell’ultimo gioiello pop proveniente da quella inesauribile fucina di proposte che continua a essere l’underground inglese. La città in questione è Southend-on-Sea e la band risponde…

JAMES MURRAY – Killing Ghosts (Home Normal, 2017) Reduce dai tepori autunnali incapsulati nell’emozionale flusso sonoro del recente “Eyes To The Height” (2016), in “Killing Ghosts” James Murray si rituffa in un’ambience evanescente, risultante da modulazioni di basse frequenze chitarristiche. Al ritorno all’essenza espressiva dell’artista inglese corrisponde un immaginario nebbioso e, come da titolo, spettrale, costituito…