YUCK – Glow & Behold (Fat Possum, 2013) Durata ed evoluzione rappresentano le sfide del revivalismo noise-pop dei britannici Yuck, ora guidati dal solo Max Bloom dopo la defezione del sodale Daniel Blumberg. Al secondo disco non basta più la relativa freschezza dell’omonimo esordio (2011), bensì è necessaria qualche idea più matura rispetto al solo…

MOTE – Frames (Twice Removed, 2013) Diciassette minuti di note pianistiche risuonanti in ovattate rarefazioni rappresentano il biglietto da visita del barese Marco Caricola, il cui progetto Mote trova prima consacrazione ufficiale grazie all’etichetta specializzata Twice Removed. Tanto conciso e minimale nella forma e nella modalità stessa di presentazione, “Frames” risulta invece una cartolina sonora…

CASS MCCOMBS – Big Wheel And Others (Domino, 2013) Nella vita e nella musica, Cass McCombs è l’archetipo del “long distance runner”. Big Wheel è lui stesso, nomade per anni da una costa all’altra degli States e ormai avvezzo a lunghe distanze discografiche. Dopo i due album pubblicati nel 2011, è ora la volta di un…

MUMBLY – Mumblybule EP (Dufflecoat, 2013) Le lenti della distanza temporale e della nostalgia rappresentano filtri tipici di ogni poetica indie-pop che si rispetti: cosa c’è di più tipicamente indie-pop di una band e delle canzoni che riaffiorano da un ipotetico cassetto dopo ben quindici anni? La vicenda dei Mumbly merita dunque di essere almeno…

FERAL & STRAY – Between You And The Sea (Self Released, 2013) Quello della canadese Erin Lang non è un nome del tutto nuovo per gli appassionati del cantautorato femminile più suadente, avendo già all’attivo un album e un paio di Ep sotto la denominazione Erin Lang & The Foundlings. Nuovo e frutto di significativa…

HAMMOCK – Oblivion Hymns (Hammock Music, 2013) Reduci da appena un anno dall’imponente doppio “Departure Songs”, Andrew Thompson e Marc Byrd proseguono instancabili il loro percorso di luminose evanescenze tra ambient e torsioni chitarristiche dai contorni sempre più sfumati. “Oblivion Hymns” appare infatti al tempo stesso un’ulteriore evoluzione delle contemplazioni stellari del duo americano e…

MATHEW SAWYER – Sleep Dreamt A Brother (Fire, 2013) Abbandonato, almeno nella denominazione, il vascello fantasma dei Ghosts, Mathew Saywer prosegue la sua rotta tra le inquietudini dell’animo umano in quello da lui stesso definito, più che un album, un luogo. Tale luogo è molto prossimo al suo studio casalingo, dove nel corso di un…

F.S. BLUMM – Up Up And Astray (Pingipung, 2013) Al culmine di un lungo periodo dedicato alle esplorazioni di un più ampio ventaglio espressivo per le sue minimali trame acustiche, esplicitate in collaborazioni di diversa estrazione e fisionomia, Frank Schültge Blumm ritorna al suo originario progetto solista. Reduce dalle esperienze di Bobby & Blumm, Old…

THE ASHES OF PIEMONTE – Datura Notes (Twice Removed, 2013) Non è stata affatto estemporanea la collaborazione tra Lee Norris e Wil Bolton che a inizio anno aveva presieduto alla pubblicazione di “Winter’s Fire“. I due danno immediata continuità al progetto The Ashes Of Piemonte amplificandone tempi e contenuti in un viaggio onirico dalla durata di…

DANIELE PASINI, RAFFAELE PILIA – Northern Lights (La Bèl, 2013) Il flauto di Daniele Pasini e la chitarra di Raffaele Pilia, provenienti da formazione e percorsi artistici differenti, si sono incontrati sulla base di un comune denominatore costituito dall’interesse per l’improvvisazione e per la fascinazione per atmosfere e paesaggi nordici. Il vaporoso immaginario naturalistico sottostante…

MOSKITOO – Mitosis (12k, 2013) In sei anni di live performing, registrazioni e attività creative diverse da quella strettamente discografica (il debutto “Drape” risale infatti al 2007), il progetto Moskitoo della giapponese Sanae Yamasaki si è trasformato da crisalide glitch-pop tra le tante che allora popolavano la scena artistica del Sol Levante a farfalla leggiadramente…

THE SEAMAN & THE TATTERED SAIL – Light Folds (Facture, 2013) “Light Folds” non è un disco, è un’esperienza. Come tale non si può approcciare da un punto di vista meramente descrittivo-auditivo, a cominciare dalla durata: oltre undici ore di suoni racchiusi in una fantastica confezione, presentata con dodici diversi artwork, comprendente due cd, due vinili…

PASTACAS & TENNISCOATS – Yaki-Läki (Õunaviks, 2013) In oltre dieci anni di onesta carriera, la musica dei Tenniscoats era rimasta confinata più o meno alla stregua di culto per i più accesi appassionati di delicate ricercatezze avant-pop provenienti dal Giappone. In maniera quasi improvvisa, negli ultimi tempi si è accesso un più diffuso interesse internazionale nei…

AA. VV. – A Sunday Matinée (Matinée, 2013) Con la sua combinazione di languori nostalgici e confortevoli tepori, l’autunno è la stagione indie-pop per eccellenza, quella nella quale paiono vivere perennemente canzoni dotate di contorni brillanti e sbarazzini quasi per esorcizzare il contenuto spesso agrodolce e malinconico. Non poteva dunque trovare contestualizzazione temporale migliore per…

CELER – Climbing Formation (Entropy, 2013) Tralasciate per un attimo le nuove e per certi versi sorprendenti derive innestate con i suoi due nuovi progetti Rangefinder e Oh, Yoko, Will Thomas Long ritorna all’abituale alveo di Celer con uno dei lavori più evanescenti ed eterei tra i cento e oltre pubblicati negli anni sotto tale…

BOARDWALK – Boardwalk (Stones Throw, 2013) Sogni californiani e languori nostalgici si fondono nel debutto dei Boardwalk, duo frutto dell’alchemico incontro tra le tastiere e la chitarra di Mike Edge e la suadente voce di Amber Quintero. Nelle dieci agili tracce del lavoro il duo mette in mostra una tavolozza dai morbidi colori pastello ma non…

ANDAGAINANDAGAIN – Andagainandagain (48laws, 2013) Le sperimentazioni ambientali provenienti dall’Europa orientale sono spesso dotate di un’impronta particolare, dense di fascino oscuro e mistero. È il caso del duo Andagainandagain, radicato in Serbia ma con il cuore rivolto all’estremo Nord, la cui aria gelida e brulicante vita è condensata nelle quattro tracce di un album omonimo,…

SNOW MANTLED LOVE – Conversations (Self Released, 2013) A volte una semplice fotografia è sufficiente a rappresentare il contenuto di un disco; basta uno sguardo al bacio sbiadito collocato quale virtuale immagine di copertina dell’album digitale “Conversations” per attendersi una raccolta di canzoni dai contorni parimenti sfumati, nostalgiche e grondanti languori autunnali. Ne è autore un terzetto…

NILS FRAHM – Spaces (Erased Tapes, 2013) È spesso una questione di dettagli a distinguere i tanti onesti esecutori di intersezioni tra neoclassicismo e musica elettronica da coloro che sono davvero in grado di applicarvi idee creative. Addentrarsi negli oltre settantacinque minuti di durata di “Spaces”, terzo album vero e proprio di Nils Frahm, induce ad…