music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

giulio_aldinucci_aerGIULIO ALDINUCCI – Aer
(Dronarivm, 2014)

Uno degli esponenti dell’Archivio Italiano Paesaggi Sonori sbarca sull’etichetta specializzata Dronarivm offrendo una prospettiva del soundscaping ambientale votata all’essenza intangibile dell’aria e alle infinite ricombinazioni delle sue componenti organiche. “Aer” è il secondo lavoro sulla lunga distanza del senese Giulio Aldinucci, del quale segue di due anni il debutto “Tarsia”, a coronamento di un periodo nel quale l’iniziativa dell’Archivio non solo ha trovato sintesi in un ventaglio di collaborazioni e pubblicazioni discografiche (in particolare la recente “Dronegazers? | Italian Resonances”), ma soprattutto ha destato significative attenzioni internazionali.

Proprio a queste ultime è ascrivibile la pubblicazione da parte dell’etichetta russa delle sette tracce di “Aer”, che descrivono un viaggio sonoro sospeso a mezz’aria, nel corso dei quali Aldinucci offre una declinazione estremamente dinamica di un soundscaping non semplicemente legato alla cattura di frammenti più o meno acusmatici e irregolarità atmosferiche, bensì distillato attraverso un mutevole ventaglio di modulazioni ambientali.

I quasi tre quarti d’ora del lavoro dischiudono la scatola sonora di Aldinucci (“Intermittent Musical Box”), dalla quale promana una serie incessante di conversioni di stato e di percezione auditiva dell’elemento al quale il disco è concettualmente dedicato. L’aere attraversato dalle onde sonore è alternamente granuloso ed evanescente, pulsante di vita e incapsulato in cristalli ghiacciati, percorso da screziature ritmico-rumoriste e diluito in rarefazioni ipnotiche. Sono in particolare queste ultime, accanto all’universo di saturazioni di pezzi quali “Lampara” e “Fieno”, a introdurre nel paesaggismo sonoro di Aldinucci componenti ambient-drone cinematiche e avvolgenti.

Dal suono concreto si genera così una purezza eterea, al pari di quanto avviene con il rumore in quella “Sleep With Noise” che si eleva a plastica sintesi di un linguaggio espressivo, che in “Aer” ha trovato una delle sue rappresentazioni più vivide, complete e coinvolgenti.

http://www.giulioaldinucci.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 ottobre 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: