DEAD MELODIES – Subtle Imperfections (Sparkwood, 2016) Dalle premesse legate a evanescenti dinamiche tra ambient e post-rock alle frequenze astratte del recente Ep “Slowwave Perception”, la personalità di Tom Moore, alias Dead Melodies, si evolve senza sosta, applicando un approccio estremamente composito ad ambientazioni sonore dense e tenebrose. “Subtle Imperfections” ne amplifica confini e contaminazioni…

MICHAEL KNIGHT – Physics Is Out To Get Me (Jigsaw / Our House, 2015) Quello propugnato da oltre due decenni, a intervalli saltuari, da parte di Richard Murphy attraverso il suo alter-ego Michael Knight non è un pop radicato nell’immediatezza del presente, né sufficientemente abboccato per palati i “indie”. Lo conferma appieno il suo ultimo…

LIMITED LIABILITY SOUNDS – Surrounding Countryside (Shimmering Moods, 2015) L’isolamento e una percezione dei luoghi distante dalla dimensione umana nella quale sono abitualmente osservati e vissuti sono caratteri ricorrenti nella sperimentazione ambientale, che da sempre sono stati connaturati al progetto del musicista elettronico polacco Adam Mańkowski, da ormai un decennio identificato dalla sigla Limited Liability…

[streaming] Modern Studies – Ten White Horses

A recent past, a decade ago. A Belfast-born Victorian harmonium is entrusted to the care of Glasgow chamber-folk singer Emily Scott. It looks like it should sound: imposing and statuesque, ornately carved with wax-dripping candle holders, organ stops with enticing names and elaborate levers, yet the years have taken their toll. The ‘mouse-proof’ treadles are…

1115 – The Drowned World E.P. (Alien Transistor, 2016) Ambience sintetica, pulsazioni idm e acide derive cosmiche, in salsa di modernariato teutonico, caratterizzano il breve debutto del duo tedesco formato da Grey e Fehler Kuti sotto la criptica sigla 1115. Le quattro tracce di “The Drowned World”, ispirate ai visionari mondi possibil di J.G. Ballard, sono…

IAN FISHER – Nero (Snowstar, 2016) L’essenza narrativa, metaforica ed errabonda del cantautore trova in Ian Fisher e nelle dieci canzoni del suo album di debutto “Nero” una sintesi plastica e fortemente sentita. Originario del Missouri, Fisher vive da tempo in Europa, dove ha scelto come base Berlino, città nella quale si ferma tuttavia ben…

DROMBEG – Earthworks (Futuresequence, 2016) Benché “Earthworks” sia a tutti gli effetti un debutto sulla lunga distanza, non nuovo agli appassionati della musica ambientale più rarefatta ed emozionale è il suo autore, l’irlandese Thom Brookes, che già lo scorso anno si era segnalato con l’ottimo Ep “Notes From The Ocean Floor”. Decisamente più articolato e…

LONER DELUXE – Snowed Under E.P. (Rusted Rail, 2016) Dalla luminosa immagine estiva della copertina (digitale) di “The Coast Is Clear” a quella invernale di “Snowed Under”, sono trascorse appunto due stagioni. Due sono anche i lati della multiforme personalità di Keith Wallace contenuti nei due brevi Ep con i quali ha rivitalizzato il proprio…

[streaming] Emilia Glaser – Stone

New song by indie-folk/singer-songwriter from Fall City, WA. Emilia Glaser has been writing songs since she was 12, but became more serious about her music career her sophomore year of high school. She has been working on recording more of her music. Her songs are influenced by folk and indie-rock. http://emiliaglaser.com/

BAKERS AT DAWN – Door E.P. (Self Released, 2016) Con costanza invidiabile, Marcus Sjöland continua a dispensare attraverso varie piattaforme digitali le sue creazioni casalinghe identificate dall’alias Baker At Dawn. Di tanto in tanto, alcune di essere vengono in qualche misura “ufficializzate” sotto forma di organiche pubblicazioni in download a offerta libera, l’ultima delle quali…

MARTA MIST – Scavengers (Time Released Sound, 2016) Due lunghe tracce di oltre venti minuti ciascuna formano “Scavengers”, nuovo lavoro dei Marta Mist, terzetto di Leeds che torna alla produzione discografica dopo un periodo di silenzio susseguito a un inizio decennio costellato da una nutrita serie di mini-album e formati digitali, collocabili in quell’ampio universo…

DUSTY STRAY – A Tree Fell And Other Songs (Great Waters, 2015) Non sono più le ampie distese aride del suo Texas, ma il piatto paesaggio olandese a ispirare le canzoni di Jonathan Brown, cantautore ormai da tempo stabilitosi ad Amsterdam, che per il suo quarto lavoro a nome Dusty Stray è tornato per la…

[streaming] Adam Scott Glasspool – Pace Car Diver

Taken from the upcoming EP “I Welcome The Flood”. Adam Scott Glasspool first started going it alone in April 2015. After almost a decade in various bands, honing the craft of songwriting, Adam decided to step back from fuzzed up guitars and burbling synths and stripped it all down to just his guitar. The result…

HEARTS HEARTS – Young (Tomlab, 2016) La definizione di “electro-pop” posta sul biglietto da visita degli Hearts Hearts può risultare abbastanza fuorviante, o quanto meno riduttiva, rapportata al loro album di debutto “Young”. Senz’altro il quartetto viennese affonda le proprie radici stilistiche nell’austera tradizione elettronica mittel-europea, combinata con un ricercato lirismo pop che denuncia affinità…

[video of the week] Money – I’ll Be The Night

Money have shared the video for lead single “I’ll Be The Night” from their upcoming second album “Suicide Songs”. The video shows songwriter Jamie Lee in his natural habitat, surrounded by influences in his London bedsit and along his travels to his local pub and surrounding neighborhood. Directed by Liam Healy, who describes it as…

PORT ST. WILLOW – Syncope (People Teeth / Flau, 2016)* Pratica cantautorale e ambientazioni atmosferiche potrebbero apparire mondi espressivi distanti, ma forse proprio per questo le loro combinazioni, non inedite né numerosissime, producono risultati affascinanti. Tra questi, non deve essere sfuggito ai cultori di uno o di entrambi i linguaggi espressivi, quello condensato da Nicholas…

intervista: KRISTIN MCCLEMENT

Al culmine di un lungo processo di elaborazione, lo scorso anno Kristin McClement ha debuttato con un album dall’immediatezza naturale e “selvaggia”, che ne ha rivelato la personalità decisa e non convenzionale tra le voci femminili del cantautorato folk e non solo. Originaria del Sudafrica ma da tempo residente in Inghilterra, dove è entrata a…

THE VOLUME SETTINGS FOLDER – Folder #05 (Self Released, 2015) Non è facile seguire la ponderosa produzione di The Volume Settings Folder, così come mettere a fuoco l’identità personale e artistica del musicista veneto che si cela dietro tale denominazione, oggetto di grande e meritata considerazione in particolare all’estero, anche per l’aspetto fisico delle sue…

interview: KRISTIN MCCLEMENT

After a long and accurate work on it, last year Kristin McClement released her debut album “The Wild Grips“. The album impressed for its natural immediacy, revealing McClement’s strong and somehow unconventional personality in folk music. Here’s Kristin talking about the album, her new projects and her passionate way of living music.  When did you started…