music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

library_tapes_europe_she_lovesLIBRARY TAPES – Europe, She Loves
(1631 Recordings, 2016)

Visti i rapporti sempre più stretti tra neoclassicismo e immagini cinematografiche, tanto dal punto di vista delle suggestioni quanto da quello delle concrete associazioni, era in qualche misura inevitabile per David Wenngren accedere al mondo delle colonne sonore, a sua volta recentemente “sdoganato” ad autonomo formato espressivo, in particolare dalle opere di Jóhann Jóhannsson.
L’occasione all’artista svedese è stata fornita dal documentario svizzero “Europe, She Loves”, firmato da Jan Gassmann e Ramon Giger, la cui narrazione di quattro diverse storie del declino europeo ha ricercato complemento sonoro proprio nella musica di Library Tapes.

Come si confà alla loro destinazione, i brani creati per l’occasione da Wenngren sono quasi tutti estremamente concisi, frammenti che incorniciano un momento in senso non meramente descrittivo, ma creandolo essi stessi attraverso il suono. Contrariamente a quanto ci si potrebbe attendere da un lavoro di Library Tapes, “Europe, She Loves” non è formato da una sequenza di miniature pianistiche, bensì presenta il lato più sperimentale dell’artista svedese, che ancora una volta insieme al fondamentale apporto del violoncello di Julia Kent (già presente nel recente “Escapism“) crea una austera sequenza di texture ambientali e inserti elettro-acustici.

Rispecchiando i contenuti del documentario, il tono del lavoro è spesso grave, amplificato proprio dalle basse timbriche del violoncello (“Drugs”, “Wounds of Europe (Part 2)”) , ma anche da stratificazioni granulose (“Dublin, Europe, Thessaloniki”). In tale fosco orizzonte, Wenngren trova comunque modo di dispiegare gli aspetti più delicati della sua ricerca elettro-acustica, inserendo in alcuni dei brani luminose vibrazioni ritmiche, che ne alleviano leggermente le atmosfere, dense e riflessive, rispondenti alla perfezione a un messaggio ben distante dall’astrazione ma anzi profondamente coinvolto.

http://www.librarytapes.com/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: