music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

wil_bolton_bokehWIL BOLTON – Bokeh
(Home Normal, 2014)

Il calore emozionale delle partiture ambientali di Wil Bolton (Cheju, The Ashes Of Piemonte, Anzio Green, Ashlar Le Moors) trova nella sua prima opera solista da due anni a questa parte densa profondità prospettica, veicolata da frequenze modulate, field recordings e variopinte screziature elettro-acustiche.

Nei sei brani di “Bokeh”, l’artista inglese filtra il proprio romanticismo attraverso copiose trame di riverberi e screziature droniche persistenti e talora dotate di consistenza granulosa e a tratti persino distorta.

Ciononostante, le ricche texture di Bolton risultano sempre dotate di una preziosa fragilità, espressa attraverso esili filigrane armoniche, costellate da micro-suoni e loop avvolgenti.

(pubblicato su Rockerilla n. 405, maggio 2014)


http://wilbolton.co.uk

Un commento su “

  1. Pingback: Bokeh | Wil Bolton

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 giugno 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: