music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

karina_esp_a_still_from_the_filmKARINA ESP – A Still From The Film
(Morc, 2014)

Ideale prosecuzione del precedente lavoro realizzato da Chris Gowers sull’etichetta belga Morc, “Detachment” (2012), l’istantanea espansa in formato di album racchiusa nelle quattro tracce di “A Still From The Film” vede il sound-artist inglese espandere i confini del suo progetto Karina ESP oltre i confini della sola sperimentazione ambient-drone.
Se già nel caso del disco precedente nella crescente marea dronica di Gowers si erano affacciati inserti acustici deputati a conferire frammenti di calore vibrante all’imperturbabile malinconia dei suoi densi paesaggi ambientali, “A Still From The Film” inverte in maniera sostanziale il processo compositivo del chitarrista inglese, mostrandolo impegnato nella costruzione di fragili armonie rarefatte, nonché nelle inedite vesti vocali.

Quasi due terzi della durata del lavoro sono occupati dai ventiquattro minuti di “Low Red Room (1)”, narcolettica sinfonia di riverberi morbidi e sospesi, che dalle iniziali modulazioni astratte acquisiscono gradualmente una consistenza armonica, pur sempre definita dall’elongazione di loop ipnotici ma dolcemente scandita da timbriche di carezzevole nostalgia. La seconda parte “Low Red Room (1)” aggiunge a tale sonnolenta sinfonia un’appendice di ulteriori cinque minuti, che seguono in sintesi un canovaccio analogo, con languori chitarristici più marcati e affiancati, nella parte conclusiva, da una granulosa corrente sottilmente distorta.

Le novità più salienti provengono dai due brani restanti, a cominciare dalla sorpresa di ascoltare Gowers cantare sottovoce sugli arpeggi di “Close Your Eyes”, secondo un registro non poi così distante da quello di Fraser McGowan, che non a caso ha contribuito alla registrazione del lavoro. L’affinità espressiva e di sensibilità tra i due artisti è ravvisabile poi nell’altro brano nel quale si affaccia l’elemento vocale “Distant Light (2)”, seppure sotto forma di un sommesso spoken word, accanto a spoglie timbriche acustiche dalle melodie risuonanti che, in ossequio al titolo del lavoro, paiono il viatico perfetto per cristallizzare immagini e memorie.

Oltre a essere un lavoro godibile e dotato di espressivo contenuto emozionale, “A Still From The Film” segna un importante giro di boa nell’attività artistica di Chris Gowers, qui al punto più accessibile, articolato e coinvolgente della sua produzione.

http://www.facebook.com/KarinaESPband

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: