TAMBOUR – Chapitre I (Moderna, 2015) Quattro avvolgenti movimenti cameristici costituiscono il biglietto da visita di Simon P. Castonguay, artista canadese formatosi nella ricerca elettro-acustica che lo ha condotto alla scoperta del minimalismo neoclassico all’insegna del quale debutta adesso il suo progetto Tambour. Lungo i venticinque minuti del “primo capitolo” del percorso che l’ha condotto…

THE DOOMED BIRD OF PROVIDENCE – You Brought The Knife E.P. (Front & Follow, 2015) Una singolare storia che unisce tre continenti, risalente all’inizio del diciannovesimo secolo, ha costituito lo spunto per un nuovo breve episodio della saga del composito collettivo The Doomed Bird Of Providence. L’intro strumentale e le quattro “murder ballad” raccolte in…

[video of the week] The School – Do I Love You?

The School release free single ahead of the new album, “Wasting Away and Wondering”, which is out on Friday 4th September 2015. “Do I Love You?” is an upbeat Northern Soul-inspired track, a girl’s response to the famous Frank Wilson song. The video was made by Croftwerk at The Carlton Club in Manchester and was…

OLAN MILL – Cavade Morlem (Dronarivm, 2015) Alex Smalley prosegue la sua mappatura dell’ambiente sonoro naturale, che lo scorso anno ha avuto come tappe l’immaginario marino di “Half Seas Over” e il saldo ancoramento alle profondità terrestri della collaborazione con Keung Mandelbrot in “Seismology“. L’elemento caratterizzante di “Cavade Morlem” è invece l’aria, che l’artista inglese prova…

HEIRLOOM – Heirloom (Self Released, 2015) Affermare che una band suoni soltanto le note che necessitino di essere ascoltate e nulla più rappresenta un manifesto di un’essenzialità che implica anche una certa ambizione nel conseguimento del giusto grado di parsimonia nella scrittura e negli arrangiamenti. Si tratta del biglietto da visita degli Heirloom, piccolo ensemble…

memories: SARGASSO SEA

PRAM – Sargasso Sea (Too Pure, 1995) Tiepidi venti tropicali soffiavano sulle Midlands all’inizio dell’estate del 1995; provenivano dal cuore dell’Oceano Atlantico, dal punto di quella enorme distesa d’acqua caratterizzato da un particolare tipo di alga e, soprattutto, privo di precisi confini geografici chiamato Mar dei Sargassi. Poche altre metafore potevano identificare e rendere in…

HAUSCHKA – The Prepared Piano (10th Anniversary Edition) (Karaoke Kalk, 2015) Quando Volker Bertelmann la elevò a titolo del suo secondo lavoro, la pratica del “prepared piano” era senz’altro meno diffusa di quanto non sia oggi tra i tanti sperimentatori neoclassici. L’utilizzo della cassa armonica del pianoforte attraverso l’inserimento di microfoni atti a catturarne frequenze e…

DEAD MELODIES – Slowwave Perception (Self Released, 2015) Segnali radio dalle frequenze basse, provenienti da uno spazio sconfinato e misterioso, costellano la prima testimonianza del nuovo progetto di Tom Moore, che dopo una lunga attività sotterranea come Indigolab, in Dead Melodies si dedica a visionarie intersezioni tra ambient e post-rock. Le quattro tracce di “Slowwave…

HC-B – Rough (Hidden Shoal, 2015) Distanti segnali post-rock continuano periodicamente a manifestarsi come un caldo vento di scirocco, capace di rimanere latente per poi avvampare e nuovamente calare. Provengono da quella che per anni è stata (ed è ancora) la città più “rock” d’Italia, Catania, dalla quale il quintetto HC-B è tornato a emettere…

MICHEL BANABILA – Jump Cuts E.P. (Self Released, 2015) Reduce da una nuova collaborazione con Rutger Zuydervelt (“Error Log”), Michel Banabila racchiude in un Ep digitale una serie di divertite variazioni su field recordings e samples vocali, rimaneggiate e plasmate in quattro brani dalla poliedrica resa sonora. In “Jump Cuts” l’artista olandese torna ad applicare…

PIGEONS – The Bower (Mie Music, 2015) Al culmine dell’ennesimo cambio di line-up, corrispondente a un nuovo parziale giro di boa stilistico, i newyorkesi Pigeons rimodellano la propria declinazione psych-rock impiegando una tavolozza dalle tinte sfumate e sognanti. Al duo di Wednesday Knudsen e Clark Griffin si è adesso aggiunto il batterista e cantante Rob…

GALATI – Gletscher (Tranquillo / Psychonavigation, 2015) È ancora il viaggio, inteso quale ricerca del sé, la scintilla ispiratrice di Roberto Galati nella creazione di universi sonori sempre più improntati a un ascetismo in grado di avvicinare all’essenza del mondo immanente e a una trascendenza da vivere quale duratura esperienza percettiva. Non è più solo…

WHITE POPPY – Natural Phenomena (Not Not Fun, 2015) La quarta tappa del percorso artistico di Crystal Dorval sotto l’alias White Poppy vede l’artista canadese rimescolare nuovamente le tessere che formano il suo articolato profilo espressivo, nel recente passato oscillante tra le eteree modulazioni drone-folk di “Drifters Gold” (2013) e le destrutturazioni sintetiche del coevo…

CELER – How Could You Believe Me When I Said I Loved You When You Know I’ve Been A Liar All My Life (Two Acorns / White Paddy Mountain, 2015) Da qualche tempo, Will Thomas Long ha intrapreso progetti diversi, diradando i ritmi serrati delle sue innumerevoli pubblicazioni. Sembra tuttavia che a Celer continui a riservare…

KILL COUNTY – Broken Glass In The Sun (Self Released, 2015) È un percorso personale e artistico dipanato attraverso le zone interne degli Stati Uniti quello che presiede all’esperienza di Kill County, folk-band che gravita intorno alla figura del cantautore Josh James, al calore classico del suo picking chitarristico e all’espressività del suo timbro baritonale,…

[streaming] Pete Astor – Mr. Music

“Mr Music” is the brand new single from Pete Astor, previously of The Loft, The Weather Prophets, and numerous other esteemed acts. Heralding his return as a solo artist and paving the way for a full-length album for Fortuna Pop! the track will be released on coloured vinyl 7” as part of the label’s singles…

SIOBHAN WILSON – Say It’s True (Reveal, 2015) Siobhan Wilson, poi Ella The Bird, poi ancora Siobhan Wilson: la cantante e polistrumentista scozzese deve aver attraversato più di qualche dubbio circa la propria denominazione artistica, ma a questo non necessariamente è corrisposta una crisi di identità dal punto di vista espressivo. Eccola dunque presentarsi nuovamente…