music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

MARY LATTIMORE – Hundreds Of Days
(Ghostly International, 2018)*

Completato il trasferimento dalla sua Philadelphia alla California, le tappe del cui itinerario scorrevano tra le note di “At The Dam” (2016), in “Hunderd Of Days” Mary Lattimore intraprende una nuova pagina del proprio diario personale e creativo. Accanto a lei, vi sono sempre le quarantasette corde della sua fidata arpa, le cui esili vibrazioni veicolano un senso di pace e di meditativa nostalgia.

Come già lasciavano intravedere alcuni brani resi nel frattempo disponibili online, nei quali si cominciava a cimentare anche con la voce, nel nuovo lavoro Mary Lattimore espande in maniera significativa il proprio paradigma espressivo, includendovi non solo una strumentazione più articolata (pianoforte, chitarra, organo) ma anche una varietà di aggraziati ricami armonici e di arcane dinamiche compositive. I sei articolati brani che formano “Hundred Of Days”, a partire dagli oltre undici minuti di armonie sospese a mezz’aria dell’iniziale “It Feels Like Floating” sono il risultato di una peculiare residenza artistica condivisa, nel corso della quale Mary Lattimore ha avuto modo di confrontarsi con spazi di ampiezza inusuali, nei quali lasciar risuonare le proprie note, appunto, in flussi sonori di grazia compassata.

Prende così forma una sequenza estatica e al tempo stesso sottilmente malinconica, costituita da minuti ricami strumentali, che evocano sensazioni di rarefatta malinconia, connessa a ricordi, luoghi ed eventi. Un’incontaminata serenità di fondo presiede tuttavia alla combinazione tra placidi intrecci armonici e sospensioni atmosferiche che si snoda lungo tutto il lavoro, abbracciando un minimalismo cristallino dagli aromi salmastri (“Hello From The Edge Of The Earth”, ” On The Day You Saw The Dead Whale”), che si riveste via via di incantati spunti cameristici (“Baltic Birch”). Lieve e minutamente rifinito come un velo da sposa, “Hundred Of Days” unisce istinto e sperimentazione acustica nella stessa misura in cui restituisce all’immaginazione vividi orizzonti naturali, attraversati da un infinito flusso di particelle organiche e sonore. Like floating.

*disco della settimana dal 14 al 20 maggio 2018

http://www.marylattimore.net/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: