ENDLESS MELANCHOLY – Before, After (Twice Removed, 2012) Presentarsi con un alias quale Endless Melancholy non lascia molti dubbi sul contenuto sonoro e, soprattutto, sull’attitudine del musicista che l’ha prescelto. Si tratta di un giovane ucraino di nome Oleksiy Sakevych, segnalatosi già dallo scorso anno dopo aver reso disponibili tramite la sua pagina Bandcamp un…

HEATHERED PEARLS – Loyal (Ghostly International, 2012) Di origine polacca ma stabilmente stanziato a New York, Jakub Alexander vede portato al debutto sulla lunga distanza niente meno che da Ghostly International il suo progetto personale Heathered Pearls, attivo ormai da un paio d’anno ma finora circoscritto a una serie di tracce sparse o Ep digitali…

DAS – Weniger, Aber Besser (Self Released, 2012) Canzoni e concetti semplici; è praticamente un manifesto l’autodefinizione di DAS da parte del suo artefice, ovvero il chitarrista e autore Ronnie Amighetti (già The Union Freego), che nel corso dell’anno ha registrato e prodotto l’ultimo lavoro di Staggerman “Don’t Be Afraid And Trust Me”. Non distanti…

MELODIUM – The Island (Audio Dregs, 2012) Al quindicesimo disco della sua prolifica attività sotto le spoglie di Melodium, per Laurent Girard è certamente difficile sorprendere o spiazzare chi ben ne conosce la giocosa indole folktronica e anche gli accenni di obliquo cantautorato che hanno caratterizzato alcuni tra i suoi lavori più completi e riusciti,…

LE RÉVEIL DES TROPIQUES – Le Réveil Des Tropiques (Music Fear Satan, 2012) Il lato rock di Frédéric D. Oberland (insieme a Richard Know nello splendido “The Rustle Of The Stars“, 2011) non si esplica solo nella band The Farewell Poetry, ma adesso anche nel nuovo progetto Le Réveil Des Tropiques. Insieme a quattro musicisti di…

CHRISTOPH BERG – Paraphrases (Facture, 2012) A margine dell’attività nel progetto elettro-acustico Field Rotation, Christoph Berg coltiva da qualche tempo la passione per la musica da camera. Gli otto brani di “Paraphrases” (ai quali si aggiungono due remix) ne rappresentano la prima testimonianza, evidenziando un raccolto minimalismo conseguito attraverso la diluizione di rade note pianistiche in…

CAROLINE KEATING – Silver Heart (Glitterhouse, 2012) Dall’auto-promozione attraverso la rete alla pubblicazione ufficiale per un’etichetta di prestigio come Glitterhouse il passo può essere breve, soprattutto se oltre al talento naturale si ha la ventura di circondarsi di musicisti e produttori alquanto in vista nel mondo indie degli ultimi anni. Così, Caroline Keating – canadese…

LULLABIER – Fitoterapia (Oltrelanebbiailmare, 2012) Obiettivo ambizioso, quello di Andrea Vascellari, alias Lullabier: elaborare una propria formula di evanescente slow-core acustico cantautorale utilizzando orgogliosamente la lingua italiana. L’operazione – unica nel suo genere, per quanto di conoscenza di chi scrive – giunge con “Fitoterapia” alla terza tappa nel formato album, interpretato da Vascellari nella concisione…

HEAD WOMB – Head Womb (Self Released, 2012) Della serie: piccole gemme sparse nel sempre più dispersivo oceano musicale della rete. Questa volta si tratta di un breve album reso disponibile a offerta libera sull’irrinunciabile piattaforma Bandcamp dal cantautore newyorkese Nick Perry, che nel suo alter-ego artistico Head Womb si fa affiancare dal violino del…

J.R. ALEXANDER – Moments Ep (Sound In Silence, 2012) Non più Message To Bears, almeno per ora, ma J.R. Alexander; ovvero, di quando il mutare delle denominazioni non corrisponde a un vezzo ormai assai diffuso ma è emblematico di espressioni artistiche almeno parzialmente diverse. È così per Jerome Alexander, che per la prima volta incide…

CLAUDIO CATALDI / FEMALE EDITION – Sideline / Distills A Grain Of Lover’s Soul (Have You Said Midi? Records, 2012) Già autore di due album sulla concittadina – e purtroppo da poco cessata – The Wool Shop Production, anche il musicista e cantante palermitano Claudio Cataldi si lascia affascinare dall’estetica e del suono vintage delle…

@C – Re:Fujaco (Galaverna, 2012) Oltre il suono, capita sovente di ritrovare artisti sperimentali intenti a catturare istantanee di luoghi più o meno ameni attraverso gli echi concreti dagli stessi emanati. L’ultima di queste cartoline in movimento, tradotte attraverso mezzi auditivi, proviene dal Portogallo, più precisamente dal villaggio montano di Fujaco, dove Pedro Tudela e…

SAM REYNOLDS – Sam Reynolds II (Self Released, 2011) Un album piccolo e prezioso, il secondo album di Sam Reynolds, oggetto di tardiva scoperta attraverso il download gratuito reso disponibile per il tramite della sua pagina Bandcamp. Ben poco, infatti, può suscitare curiosità o entusiasmi immediati delle dieci concise tracce a base di chitarra, voce…

THE NATIONAL JAZZ TRIO OF SCOTLAND – Christmas Album (Karaoke Kalk, 2012) Reduce dalla proficua collaborazione con l’ex-Arab Strap Aidan Moffat (“Everything’s Getting Older”, 2011), il compositore Bill Wells torna a impegnarsi nel progetto The National Jazz Trio Of Scotland, che già aveva avuto estemporanea manifestazione in una traccia registrata con Chris Beans dei Belle &…

MATTEO UGGERI/LUCA MAURI/FRANCESCO GIANNICO – Pagetos (Boring Machines, 2012) Pubblicato nella prima metà dell’anno, l’ultimo capitolo della quadrilogia dedicata da Matteo Uggeri all’intersezione tra gli elementi della natura vede il musicista, altresì attivo con gli Sparkle In Grey, affiancato da Francesco Giannico e Luca Mauri, i cui contributi al pianoforte e alle chitarre aggiungono profili…

SZYMON KALISKI – From Scattered Accidents (Kitchen, 2012) Terza opera dell’artista multimediale Szymon Kaliski, “From Scattered Accidents” è una sequenza di solitari notturni metropolitani in bianco e nero, dei quali avvolgenti iterazioni pianistiche disegnano i contorni in primo piano. Ma è su posizionamento dello sfondo che Kaliski si concentra per conferire profondità a scorci altrimenti monodimensionali:…

HJALTALÍN – Enter 4 (Self Released, 2012) Parabola curiosa e, in un certo senso, inspiegabile quella degli Hjaltalín, collettivo islandese che ai suoi esordi (“Sleepdrunk Seasons”, 2007) pareva destinato a diventare la nuova “next big thing” proveniente dall’inesauribile giacimento artistico dell’isola del fuoco e del ghiaccio. Il suo percorso verso importanti palcoscenici internazionali pare invece…

SYLVAIN CHAUVEAU – Simple: Rare And Unreleased Pieces 1998-2010 (Fat Cat, 2012) È tempo di guardarsi indietro, dopo oltre un decennio di attività, per il compositore francese Sylvain Chauveau che, coerente con il suo minimalismo espressivo, non indulge in autocelebrazioni bensì lascia riaffiorare una serie di pièce rimaste in qualche modo ai margini della sua discografia….

THE BEAUTIFUL SCHIZOPHONIC – Belkiss (Dynamophone, 2012) Con le tredici miniature comprese in “Belkiss”, Jorge Mantas dimostra di voler intraprendere nuove strade con il suo progetto The Beautiful Schizophonic, già artefice di un paio di dischi di raffinatissima ambient-drone. Come di recente Eluvium o gli Hammock, anche l’artista portoghese aggiunge per la prima volta ai suoi…