music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

littlebow_pi_magpieLITTLEBOW – Pi Magpie
(Second Language, 2013)

Il curioso esperimento a base di soli fiati di “The Edge Blown Aerophone” per Katie English (Isnaj Dui) e Keiron Phelan (State River Widening, Phelan Sheppard, Snow Palms) non ha rappresentato solo una parentesi estemporanea tra i rispettivi progetti, ma appare adesso il punto di partenza per far assumere a Littlebow il rango di autonomo percorso artistico.

I dieci brani di “Pi Magpie” muovono pur sempre da bozzetti elettro-acustici a base di poche note di flauto e liquide texture di tastiere, ampliando tuttavia la cifra stilistica del duo a quella di un’orchestra in miniatura comprendente anche chitarre e percussioni dalle timbriche vagamente orientali. Tale base strumentale conferisce ai già imprevedibili arabeschi di Littlebow la rinnovata dimensione di una lounge tanto raffinata quanto straniante; nel corso del lavoro si passa infatti con disinvolta naturalezza dai delicati acquerelli cameristici di “For The Song” e “Hosianna Raft” alle insistite note delle tastiere di “Devil’s Interval”, fino alle cadenze jazzy di “Joe Caligula”.

Nota dopo nota, i due poliedrici artisti inglesi costruiscono e smontano senza soluzione di continuità mondi sonori diversissimi, alternando placidi scorci elettro-acustici a un piccolo arsenale analogico dal depotenziato sapore krauto. Il tutto scorre con grazia impressionistica e un candore quasi fanciullesco, che rivela la sostanza fondamentalmente giocosa di un intero progetto sviluppato con estrema serietà da parte dei suoi due artefici ma, piuttosto che animato da velleità arty, improntato alla semplice creazione di tappeti sonori impressionistici, serafici e leggeri come la piuma ritratta in copertina.

Come avviene per tutte le pubblicazioni di Second Language, anche le copie di “Pi Magpie” acquistate per direttamente dall’etichetta comprendono un cd-r intitolato “Five White Feathers” costituito da cinque remix di tracce dell’album, ad opera tra gli altri di Oliver Cherer e Memory Drawings.

https://www.facebook.com/littlebowmusic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 ottobre 2013 da in recensioni 2013 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: