music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

BENOÎT PIOULARD – Sonnet (Kranky, 2015) È come se l’esperienza accanto a Rafael Anton Irisarri nel consolidato progetto Orcas abbia indotto un processo di osmosi creativa in Thomas Meluch – … Continua a leggere

31 marzo 2015 · Lascia un commento

JAMES BLACKSHAW – Summoning Suns (Important, 2015) Il fingerpicking, il pianoforte, l’ambience acustica e ora, al decimo album di una discografia ricchissima, l’affermazione di una rinnovata dimensione cantautorale. James Blackshaw … Continua a leggere

31 marzo 2015 · Lascia un commento

MARSEN JULES – The Empire Of Silence (Oktaf, 2015) Fresco reduce dalla traslitterazione post-moderna del classicismo della sua “Sinfonietta”, Martin Juhls arricchisce di un ulteriore tassello lo straordinario atlante sonoro … Continua a leggere

30 marzo 2015 · Lascia un commento

[video of the week] Mountaineer – Nineteenseventyfour

From the album “1974”, released under license by Off Amsterdam. Available through: http://www.mountaineer-music.com

30 marzo 2015 · Lascia un commento

SUFJAN STEVENS – Carrie & Lowell (Asthmatic Kitty, 2015)* “Spirit of my silence I can hear you but I’m afraid to be near you and I don’t know where to … Continua a leggere

30 marzo 2015 · Lascia un commento

storie d’artista: GRAVENHURST

Nick Talbot, un addio scritto nella sabbia “And as I lie among the stones, carvings and bones the still waters run deep buried in the sand” (da “Still Water”, in … Continua a leggere

29 marzo 2015 · Lascia un commento

dal vivo: GRAVENHURST

GRAVENHURST Roma, Chiesa Evangelica Metodista 27 novembre 2014 Nessuno avrebbe potuto immaginare che la celebrazione, con la timidezza che gli era propria, del decennio del suo piccolo capolavoro “Flashlight Seasons” … Continua a leggere

29 marzo 2015 · Lascia un commento