music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

STIJN HÜWELS & DANNY CLAY – An Unintented Space
(Eilean, 2017)

La definizione di uno spazio sonoro rappresenta un concetto tanto più ambizioso quando è posta quale obiettivo di una collaborazione a distanza. Partendo dunque da presupposti astratti, ben diversi da quelli che ne avevano caratterizzato il recente incontro con Norihito Suda, Stijn Hüwels ha intrapreso con Danny Clay uno scambio di loop armonici e modulazioni analogiche, reciprocamente combinati e modellati fino a rendere tangibile e reale un ambiente sonoro altrimenti presente soltanto nella loro immaginazione.

Il risultato di tale dialogo a distanza tra il lavorio chitarristico dell’artista belga e l’orchestra ambientale di quello californiano è rappresentato dalle sei tracce del lavoro da loro cofirmato, non a caso intitolato “An Unintented Space”.

Nello spazio – appunto – definito dai suoi poco più di cinquanta minuti si susseguono frequenze granulose, sospinte dalle loro stesse vibrazioni irregolari, prodotte da corde acustiche ed elettriche filtrate attraverso effetti che ne diluiscono l’identità originaria in un altrove sonoro popolato da un’infinità di particelle atmosferiche che ridefiniscono l’idea iniziale dalla quale parte il lavoro in un (non-)luogo sospeso tra reale e immaginario.

https://www.facebook.com/steinersteinersteiner/
http://www.dclaymusic.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: