music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

OPEN TO THE SEA – Another Year Is Over, Let’s Wait For Springtime
(Midira, 2019)*

Oltre due anni dopo il primo incontro, la cui risultante era già andata ben oltre la semplice sommatoria delle rispettive sensibilità sonore, Matteo Uggeri ed Enrico Coniglio trasformano la loro collaborazione in vero e proprio progetto artistico, ulteriormente aperto al dialogo con altri musicisti e con linguaggi espressivi sempre più articolati. Da titolo del precedente lavoro, Open To The Sea diventa la denominazione che contraddistingue le ellittiche parabole di ricerca dei due artisti italiani, il cui comune interesse per screziature elettro-acustiche e “concrete” si riveste di spunti cameristici, dinamiche irregolari e, ancora una volta, di contenuti melodici che si dischiudono ad accogliere l’elemento vocale.

Non è tuttavia soltanto la riuscita commistione delle voci in otto dei dieci brani di “Another Year Is Over, Let’s Wait For Springtime” a costituirne il carattere saliente: ogni traccia segue infatti percorsi diversi, che sembrano costruirsi in presa diretta e con lenta gradualità, spesso richiamando proprio il moto placido e costante di una marea. Mentre è ancora Lau Nau a segnare i passaggi più sognanti ed evocativi del lavoro, il lessico di Open To The Sea include via via l’austera declamazione da attore di John Guilor e il fascino inquieto di Romina Kalsi (Animor), fino a compenetrarsi con tenebre dai retaggi wave nel brano cantato da Dominic Appleton (This Mortal Coil, Breathless).

Al di là del carattere impresso ai brani dalle parti vocali, sono le partiture strumentali che le supportano a spaziare tra gentili ricami acustici, profumati ora di obliquo (chamber-)folk ora di distanti sentori etnici, e cadenzate pulsazioni, tra orizzonti atmosferici percorsi da stranianti dissonanze post-industriali e improvvisati destrutturazioni jazzy. Opera quanto mai aliena dalle definizioni, “Another Year Is Over, Let’s Wait For Springtime” costituisce fonte inesauribile di scoperta, offrendo un’infinità di dettagli e incastri minimali, nei quali immergersi completamente, contemplando lo scorrere di un tempo niente affatto convenzionale.

*disco della settimana dal 16 al 22 dicembre 2019

http://www.enricoconiglio.com/
http://www.greysparkle.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: