BVDUB – A Different Definition Of Love (Dronarivm, 2018) Quando Brock Van Wey spoglia la sua copiosa offerta musicali dalle componenti ritmiche, dando libero sfogo al profilo più riflessivo e sensibile della propria personalità, prendono forma espanse sinfonia di malinconia ambientale. Capita in realtà sempre più spesso negli ultimi tempi, in continuità con “Yours Are…

BRUNO SANFILIPPO – Unity (Dronarivm, 2018) Ogni opera di Bruno Sanfilippo suscita curiosità circa la sua collocazione nell’articolata deriva neoclassico-sperimentale del compositore argentino. Non fa eccezione “Unity”, il cui stesso titolo suggerisce anzi una sintesi di stili ed elementi, puntualmente rispecchiata da otto brani che trascendono il semplice dialogo tra pianoforte ed elettronica. Benché non…

AARON MARTIN & MACHINEFABRIEK – Seeker (Dronarivm, 2017) La recente pubblicazione di “Becoming” ha rinnovato il sodalizio artistico di Rutger Zuydervelt con Iván Pérez, invero originata nel 2012, quando il coreografo spagnolo lo contattò con lui per la realizzazione della parte musicale di una sua performance. Nel progetto Pérez coinvolse anche il violoncellista Aaron Martin,…

SVEN LAUX – Paper Streets (Dronarivm, 2017)* La complessità della composizione neoclassica, contrapposta al solo minimalismo pianistico, affascina ormai artisti provenienti da esperienze e sonorità eterogenee. Partendo da questo assunto, non sorprende allora più di tanto ritrovare un musicista elettronico, abitualmente orientato alle in prevalenza alle ritmiche, alle prese con un ensemble formato da violino,…

OMRR – Devils For My Darling (Dronarivm, 2017) Mentre nel recente “Music For The Anxious” (2016), Omar El Abd aveva mostrato il suo profilo più sfocato e brulicante della ricerca sonora da lui condotta sotto l’alias Omrr, in “Devils For My Darling” sviluppa in maniera più organica alcuni spunti già presenti nel lavoro precedente, in…

ENRICO CONIGLIO & MATTEO UGGERI – Open To The Sea (Dronarivm, 2017)* Chi segue le ormai durature attività creative di Enrico Coniglio e di Matteo Uggeri ne conosce l’approccio al comune campo del soundscaping ambientale, tanto che vederli lavorare a un progetto artistico condiviso potrebbe indurre a immaginare quest’ultimo collocato proprio in quell’orizzonte espressivo. Vi…

PLEQ – Re:composition (Dronarivm, 2017) La rielaborazione quale cifra della sperimentazione neoclassico-ambientale: potrebbe così riassumersi così uno dei cardini dell’arte sonora di Bartosz Dziadosz, attivissimo in veste di produttore e manipolatore di suoni altrui ancor più di quanto non lo sia in proprio sotto alias Pleq. Dall’inversione dei piani abituali della sua pratica artistica trae…

PAUSAL – Avifaunal (Dronarivm, 2017) Per artisti abituati a cimentarsi con la viva essenza del suono, ogni nuova strumentazione e ogni contesto fisico può trasformarsi in occasione creativa: così è stato, per il duo composto da Simon Bainton e Alex Smalley, che nel corso di un’esibizione di due anni fa in Galles si sono trovati…

LORENZO MASOTTO – Aeolian Processes (Dronarivm, 2017) Sempre più ricca di atmosfera e di dinamiche compositive la proposta all’insegna del neoclassicismo pianistico di Lorenzo Masotto. Nei due anni trascorsi da “Seta“, l’artista veneto ha lavorato in maniera significativa sulle componenti paesaggistiche della sua musica, variamente alimentate da interpolazioni elettroniche, sospensioni e avvolgenti abbracci armonici. Proprio…

ELEGI – Bånsull (Dronarivm, 2017) Bånsull è un antico termine norvegese per designare una ninnananna. Tali sono infatti i nove brani raccolti nell’album che reca lo stesso titolo da Tommy Jansen, aka Elegi. Conoscendo la pregressa produzione dell’artista norvegese, assente dalla produzione discografica dai tempi di “Varde” (2009) si tratta ovviamente di ninnenanne del tutto…

VV.AA. – Illuminations (Dronarivm, 2017) Come già nei quattro anni passati, il periodo più buio e freddo dell’inverno rappresenta il momento più adatto per l’etichetta russa Dronarivm per aprire idealmente il nuovo capitolo annuale delle proprie produzioni, quello nella cui quiete naturale possono assorbirsi al meglio le sensazioni che promanano dalle stimolanti proposte ambient-drone che…

CHIHEI HATAKEYAMA – Above The Desert (Dronarivm, 2016)* Al termine di un anno, al solito, ricchissimo di collaborazioni e di uscite solitarie che lo hanno visto spaziare attraverso i diversi paradigmi di un’ambience estesa da una densa grana prossima al rumore (“Requiem For Black Night And Earth Spiders”) a decompressi abbandoni contemplativi (“Grace”), Chihei Hatakeyama completa…

THE GREEN KINGDOM – Harbor (Dronarivm, 2016) Nel corso della sua orma decennale attività sotto l’alias The Green Kingdom, Michael Cottone ha esplorato diversi aspetti dei linguaggi musicali elettronici, senza disdegnare quelli legati al ritmo e al rumore. Da qualche tempo, l’artista di Detroit sembra invece aver rivolto la propria attenzione a una formula ambientale…

LEGIAC – The Voynich Manuscript (Dronarivm, 2016) L’immagine di copertina e il titolo, mutuato da quello di un manoscritto illustrato del quindicesimo secolo, rispecchiano già in maniera fedele la surreale complessità del contenuto del terzo lavoro realizzato dal duo di Roel Funcken (Funckarma) e Cor Bolten, che dà continuità al recente “The Faex Has Decimated”…

FRANCESCO GIANNICO & GIULIO ALDINUCCI – Agoraphonia (Dronarivm, 2016) Non poteva non fermarsi in una piazza, luogo sia fisico che simbolico, la ricerca di due tra i più lucidi esploratori italiani del soundscaping ambientale quali Francesco Giannico e Giulio Aldinucci. La peculiare sensibilità del loro approccio alla materia sonora concreta trova in “Agoraphonia” manifestazione più…

DAG ROSENQVIST – Elephant (Dronarivm, 2016) Da quando Dag Rosenqvist ha intrapreso sotto il proprio nome il secondo capitolo della sua vita artistica cominciata sotto l’alias Jasper TX, ha spaziato dal rumore cosmico all’aggraziata semplicità pianistica, mettendo in mostra la ricchezza del suo lessico (latamente) ambientale, non circoscritto alla sola modulazione di suoni dilatati. Tutt’altro,…

CYRIL SECQ / ORLA WREN – Branches (Dronarivm, 2016)* Una nuova collaborazione, dopo quella ellittica dello scorso anno con Leigh Toro in Bamboo Stilts, vede come protagonista l’enigmatico Tui, alias Orla Wren. Si tratta nell’occasione di una collaborazione a distanza, progettata da lungo tempo con Cyril Secq, chitarrista dell’ensemble francese Astrïd, per la quale la…

REZO GLONTI – Budapest (Dronarivm, 2016) Nella sempre più ricca geografia della sperimentazione elettronica proveniente dall’Est, quello del georgiano Rezo Glonti è un nome ormai consolidato nella ricerca di un suono dinamico, in un certo senso “sporco” e parimenti incentrato su chitarra e synth. Messo da parte l’intermezzo a base di allucinate derive analogiche di…

VV.AA. – Into The White (Dronarivm, 2016) A conclusione o inizio d’anno, è sempre più frequente ritrovare riepiloghi o proiezioni al futuro sotto forma di compilation, ottimo strumento per ricostruire percorsi recenti o delinearne di futuribili; non sfugge a tale pratica Dronarivum, etichetta che già ne aveva pubblicate due nel 2013, “Aquarius” e “15 Shades…