JIM O’ROURKE – Simple Songs (Drag City, 2015) Fa sempre un certo effetto quando un personaggio del calibro di Jim O’Rourke torna a pubblicare un disco a proprio nome. L’impressione è ancor maggiore se appena si considera come il musicista di Chicago, protagonista della scena sperimentale di quella città negli anni ’90 con i Gastr…

GREAT LAKE SWIMMERS – A Forest Of Arms (Nettwerk, 2015) È sempre più chiara la scissione della dimensione “solista” di Tony Dekker rispetto a quella di Great Lake Swimmers, suo progetto ultradecennale trasformatosi ormai stabilmente in vera e propria band. Mentre nella prima veste il songwriter canadese ha riabbracciato l’intimismo delle origini (“Prayer Of The Woods“,…

ROCKY VOTOLATO – Hospital Handshakes (Glitterhouse, 2015) La maturità di un songwriter passa anche per momenti di crisi creativa e per il desiderio di un ritorno alle origini. Entrambi gli elementi ricorrono nell’ottavo disco di Rocky Votolato, nel quale l’artista di Seattle ha riversato la ritrovata vena di scrittura sotto forma di undici canzoni viscerali ed…

THE LATE CALL – Golden (Tapete, 2015) C’è un momento in cui anche un artista aduso alla solitudine cantautorale decide di ampliare i propri orizzonti. Per Johannes Mayer è arrivato subito dopo la pubblicazione del suo terzo album a nome The Late Call (“Pale Morning Light“, 2012), quando ha sentito il bisogno di condividere le sue…

THE DODOS – Individ (Polyvinyl / Morr Music) Reduci dalle riflessioni escapiste di “Carrier” (2014), per il loro sesto album Logan Kroeber e Meric Long si gettano nel cuore di un tornado, abbandonandosi all’impeto delle forze della natura, tanto nei tempi quanto nel suono. Benché tra i dieci brani di Individ non manchino echi di una…

THE DECEMBERISTS – What A Terrible World, What A Beautiful World (Capitol, 2015) Passano gli anni, si trasformano i contesti realizzativi, non muta l’inclinazione di Colin Meloy a raccontare storie, in dischi che non sono solo raccolte di canzoni ma opere popolate da una varietà di protagonisti e dotate di unitarietà narrativa. Il settimo album dei…

OQUOA – Oquoa (Self Released, 2014) Come spesso accade negli Stati Uniti, quella di Oquoa (da pronunciarsi a quanto pare “oh’ko’uh”) è una storia di trasformazioni, spostamenti e casualità. Tutto nasce dall’iniziativa di Max Holmquist (The Great American Desert) che nella sua Omaha concepisce l’idea di un progetto solista, poi ben presto condiviso con altri…

GUY LITTELL – Whipping The Devil Back (Self Released, 2014) C’è qualcosa di malinconicamente romantico a Napoli e dintorni, uno spirito riflessivo che fa contrasta con facili stereotipi geografici e che, da qualche tempo a questa parte, si manifesta in una serie di valide produzioni musicali accomunate dalla capacità di cogliere atmosfere e moti dell’animo…

ANGEL OLSEN – Burn Your Fire For No Witness (Jagjaguwar, 2014) Le robuste ballate e le divagazioni rispetto al retroterra alt-folk di “Half Way Home” avevano già lasciato intravedere la vibrante espressività di Angel Olsen, artista alla quale di tutta evidenza stanno molto stretti i panni della cantautrice che vive perennemente all’ombra dei ricordi di…

SCARLET STARLINGS – Scarlet Starlings (Self Released, 2014) La definizione di band progressive folk riportata sul sito degli Scarlet Starlings può forse essere fuorviante nell’approccio al loro omonimo album di debutto; molto più calzante, invece, il riferimento a Fairport Convention e Crosby, Stills & Nash, nella definizione di un approccio classico e corale al folk,…

AA.VV. – The Jeffrey Lee Sessions Project: Axels & Sockets (Glitterhouse, 2014) Terzo – e penultimo – episodio della serie di compilation-omaggio al fondatore dei Gun Club, coordinata da Cypress Grove e caratterizzata da una lunga parata di artisti, che non si limitano a realizzare delle cover, bensì si appropriano di demo, frammenti di testi e canzoni…

THE DESOTO CAUCUS – The DeSoto Caucus (Glitterhouse, 2014) Il viaggio e gli sconfinati spazi polverosi sono una condizione dell’anima anche per non nativi americani innamorati delle radici country, blues e folk. Dopo aver supportato per anni in tour Howe Gelb, i danesi DeSoto Caucus di quella tradizione hanno tanto assorbito le suggestioni da compenetrarvisi in…

RUN RIVER NORTH – Run River North (Nettwerk, 2014) Non deve stupire più di tanto ritrovare, nel crocevia di culture e linguaggi della California, un band interamente composta da giovani d’origine asiatica dedicarsi a una rideclinazione della tradizione folk americana coerente secondo una matrice di ricca coralità vocale e strumentale ormai da tempo assurta a…

STANLEY BRINKS AND THE WAVE PICTURES – Gin (Fika Recordings, 2014) Appena reduci dal tour de force americano preliminare al doppio “City Forgiveness“, Dave Tattersall e compagni si sono ritrovati in studio con Stanley Brinks (Herman Düne) per una session documentata da un’ennesima uscita delle copiose discografie di entrambi. Le dieci tracce di “Gin” rispecchiano fedelmente l’immediatezza…

THIS FRONTIER NEEDS HEROES – Hooky (Self Released, 2013) This Frontier Needs Heroes, ovvero di come l’indie-folk sappia rivestirsi di un caleidoscopio di sfumature sottilmente psych. Le immagini deliberatamente sbiadite del precedente “The Future” (2011) trovano nel terzo lavoro del duo newyorkese dei fratelli Brad and Jessica Lauretti uno sviluppo volto in parte ad accentuarne…

DESTROYER – Five Spanish Songs (Dead Oceans, 2013) Può stupire ritrovare uno dei nomi “indie” più gettonati dell’indie alle prese con i brani di un artigiano della canzone, noto quasi solo ai cultori del genere. È quel che avviene nel caso delle cinque canzoni spagnole di Dan Bejar, reinterpretazioni di altrettanti brani di Sr. Chinarro. Operazione…

CASS MCCOMBS – Big Wheel And Others (Domino, 2013) Nella vita e nella musica, Cass McCombs è l’archetipo del “long distance runner”. Big Wheel è lui stesso, nomade per anni da una costa all’altra degli States e ormai avvezzo a lunghe distanze discografiche. Dopo i due album pubblicati nel 2011, è ora la volta di un…

THE WAVE PICTURES – City Forgiveness (Moshi Moshi, 2013) Non è solo un vezzo estetico l’attrazione di Dave Tattersall e compagni per la tradizione rock americana. Dopo avervi sovente rivolto i propri sguardi nei suoi tre lustri di attività, lo scorso anno la band ha trascorso insieme agli Allo Darlin’ un mese e mezzo in un…

THE GALLEONS – Cloud Physics (Self Released, 2013) È già tempo del secondo album per i Galleons, brillante sestetto proveniente da Brighton e senza dubbio tra le realtà più convincenti scaturite dalla vivacissima scena della cittadina costiera dell’East Sussex e dell’Inghilterra tutta. Il romanticismo colorato dal cuore folk dell’omonimo debutto evolve nelle tredici tracce di…