TREMBLING BLUE STARS – Fast Trains And Telegraph Wires (Elefant, 2010) Gli addii non sono mai né semplici né indolori, persino per chi al costante senso di nostalgia e di assenza, a sospiri spezzati e simulacri di baci non dati, ha consacrato ormai oltre vent’anni di una carriera artistica vissuta troppo spesso ai margini di…

PART TIMER – Real To Reel (Lost Tribe Sound, 2010) Artista inglese da tempo stabilitosi in Australia, John McCaffrey necessita di un minimo di presentazione al pubblico italiano, nonostante già da qualche anno sia oggetto di un piccolo culto internazionale, con i suoi vari progetti Part Timer, Scissors And Sellotapes e Upward Arrows, che ne…

BUBBLEGUM LEMONADE – Sophomore Release (Matinée, 2010) A quarant’anni suonati ormai da un po’, il rubicondo scozzese Lawrence McCluskey non pare proprio voler mettere la testa a posto; mentre la maggior parte dei suoi coetanei, verosimilmente, comincia a confondersi col grigio invariabile della sua Glasgow, concedendosi al massimo qualche pinta di birra o trepidazioni calcistiche…

THE TOY LIBRARY – Haunted Woodland – Volume One (Wayside And Woodland, 2010) In contemporanea con la pubblicazione del primo disco solista del suo sodale Ben Holton, anche Rob Glover dà alle stampe una raccolta di brani del suo progetto The Toy Library. Nella poco più di mezz’ora di “Haunted Woodland – Volume One” è…

SOPHIE HUTCHINGS – Becalmed (Preservation, 2010) Non è inusuale che una ragazzina cresciuta in una famiglia di musicisti si diletti fin dalla più tenera età a maneggiare strumenti; tanto meno singolare è il fatto che venga instradata verso il pianoforte, strumento elegante e quanto mai confacente alla grazia femminile. È tuttavia assai meno frequente che…

ZAZIE VON EINEM ANDEREN STERN – Regen: Tropfen (Drifting Falling, 2010) Dietro il nome enigmatico e difficilmente memorizzabile di Zazie Von Einem Anderen Stern (più facile in inglese: Zazie from another star), opera da qualche anno la ventisettenne pianista tedesca di origine svedese Maike Zazie Matern. Si direbbe che la passione per il pianoforte le…

BRIAN MCBRIDE – The Effective Disconnect (Kranky, 2010) Mentre il sodalizio con Adam Wiltzie attraversa un duraturo periodo di quiescenza, dai tempi del monumentale “And Their Refinement Of The Decline”, l’altra metà degli Stars Of The Lid rispolvera la sua attività solista con un lavoro che fa da seguito a “When The Detail Lost Its…

LADY SPACE – Long Lost In A Twilight Head (Reverb Worship, 2010) Proviene dalla Svezia il gioiello nascosto rivelato nel 2010 dall’etichetta home made britannica Reverb Worship, che con le sue edizioni a tiratura di cinquanta copie di opere di artisti sotterranei si è guadagnata il ruolo di stimato punto di riferimento, in particolare per…

MY AUTUMN EMPIRE – The Village Compass (Wayside And Woodland, 2010) I romantici vagheggiatori della countryside britannica hanno trovato una casa tutta per loro nella nuova etichetta Wayside & Woodland, facente capo ai due membri degli Epic45 Rob Glover e Ben Holton. Dopo una serie di limitate edizioni in vinile 12” o cd-r 3”, la…

CAROL ANNE MCGOWAN – Songs From The Cellar (Apollolaan, 2010) Carol Anne McGowan è una cantautrice irlandese, ultima voce in ordine di tempo ad affacciarsi con il suo debutto discografico nello straordinario panorama del cantautorato – più o meno folk – al femminile, che anche nel 2010 non ha mancato di offrire ottime conferme (Emily…

HAMMOCK – Longest Year Ep (Hammock Music, 2010) Marc Byrd e Andrew Thompson, gli artefici della southern ambient provienente da Nashville sotto la sigla Hammock, stavano pensando da tempo di realizzare un lavoro nel cuore dell’inverno, stagione le cui atmosfere non possono che adattarsi alla perfezione alle coltri di toni e riverberi della loro musica…

SHADY BARD – Trials (Forest Industries, 2010) A tre anni dall’esordio, avvenuto grazie all’attenta Static Caravan, gli Shady Bard danno finalmente un seguito all’ottimo “From The Ground Up”. In questo lasso di tempo, la band capitanata da Lawrence “Becko” Vasiliadis, adesso divenuta un sestetto, ha messo a punto una personale miscela di elementi acustici e…

ERIK K SKODVIN – Flare (Sonic Pieces, 2010) Artefice dell’etichetta Miasmah e metà formante dello splendido e purtroppo da tempo quiescente progetto Deaf Center, il norvegese Erik Knive Skodvin abbandona il suo ormai consolidato alter-ego Svarte Greiner per realizzare un album sotto il proprio nome, per la serie di edizioni limitate (450 copie, in questo…

PASCAL PINON – Pascal Pinon (Morr, 2010) Il secondo album dell’annata proveniente dal Nord Europa e realizzato da artisti minorenni potrebbe ben prestarsi a considerazioni sociologiche sullo stato sociale nordico o anche semplicemente alla media d’età di uscita dei giovani dalle proprie famiglie in quei Paesi rispetto all’Italia. Analogamente, mentre alle nostre latitudini a sedici…

PLINTH – Music For Smalls Lighthouse (Second Language, 2010) Nel corso del diciannovesimo secolo, due uomini, entrambi di nome Thomas, salparono dal porto gallese di Solva per raggiungere il faro di Smalls, estrema propaggine della penisola di St. David, luogo inospitale e battuto dalle correnti. Ma nel corso di una tempesta, uno dei due Thomas…

APART – Digital Frame (KrysaliSound, 2010) Chissà se questa sarà la volta buona perché, nell’accingersi a parlare di un nuovo disco realizzato da Francis M. Gri, si possa finalmente omettere la premessa circa il suo retroterra artistico in ambito gothic-dark. Onde evitare di ricadere, pur involontariamente, nell’abusato cliché, è dunque il caso di presentare fin…

PADANG FOOD TIGERS – Born Music (Under The Spire, 2010) Progetto costituito da Spencer Grady e Steven Lewis, due terzi dei Rameses III, Padang Food Tigers nasce come una declinazione in chiave più scarna e minimale di quanto dai due artisti espresso nel più ampio contesto dell’immaginifica band drone-folk inglese. Un’anticipazione di quanto contenuto nel…

MORNING TELEFILM – O Time (Canebagnato, 2010) Progetto solista del pavese Emanuele Gatti (già attivo con News For Lulu ed Emily Plays), Morning Telefilm rappresenta una declinazione fresca e composita di un pop cantautorale mutante, difficilmente riconducibile a schemi predeterminati. I dieci concisi brani racchiusi in “O Time”, contributo di Gatti alla deliziosa Box Series…

SWARTZ – Nighttide (Utter East, 2010) A margine della sua attività in qualità di polistrumentista alla guida del collettivo estemporaneo e aperto degli Au Revoir Borealis, Steve Swartz intraprende un percorso solista nel quale, accantonate le sovrastrutture morbide e sognanti apportate dal contesto della band e dalla suadente voce della cantante Stephanie Halpert McWalters, risaltano…