RAISING HOLY SPARKS – For Fran, Etched In Glass & Water  (Fallow Field, 2013) Un incredibile sincretismo di riferimenti culturali ed esperienze personali trova la propria sintesi in “For Fran, Etched In Glass & Water”, secondo lavoro solitario di David Colohan sotto la denominazione di Raising Holy Sparks dopo l’accantonamento dell’enciclopedico progetto collettivo Agitated Radio…

ADRIAN CORKER – Raise (Village Green, 2013) Qualcuno forse ricorderà Adrian Corker autore di un paio di pregevoli album di sperimentazioni elettroniche insieme a Paul Conboy. In parallelo, l’artista inglese ha coltivato un’intensa attività di compositore di colonne sonore per film e documentari, dalla spiccata vocazione orchestrale. Tale esperienza si percepisce nei nove strumentali di “Raise”,…

DOUGLAS DARE – Seven Hours (Erased Tapes, 2013) Un breve Ep di quattro tracce introduce la nuova scoperta targata Erased Tapes, etichetta che tra Ólafur Arnalds, Peter Broderick e Nils Frahm ha dimostrato grande fiuto per interessanti proposte pianistiche. Anche per il ventitreenne inglese Douglas Dare lo strumento d’elezione quasi inevitabile è il pianoforte, le…

OLAN MILL – Hiraeth (Preservation, 2013) Per Alex Smalley, la dimora alla quale era intitolato il precedente lavoro non è luogo sinonimo di rifugio, bensì l’idea figurata di una pace di impossibile conseguimento. È questo il significato sotteso al termine gallese “Hiraeth”, che designa la nostalgia di una casa alla quale non si può far…

ROGER TARRY – Quiet Town (Folkwit, 2013) Quella di Roger Tarry potrebbe essere l’ordinaria storia di un cantautore per passione, che dispensa le sue creazioni a intervalli determinati dal flusso spontaneo e mutevole dell’ispirazione. Era addirittura dal 2005 che l’artigiano della canzone di Bristol non pubblicava un album propriamente detto (“Last Time I Was There”),…

CHRIS WEEKS – The Lost Cosmonaut (Odd John, 2013) Dall’evanescente marea di “The Ebb & Flow” all’immensità del cosmo più profondo di “The Lost Cosmonaut”, per Chris Weeks il passo è più breve di quanto si possa immaginare. Non solo perché i due lavori dell’artista sperimentale gallese sono divisi da un intervallo di poco più di…

E.L. HEATH – Tŷ (Wayside And Woodland, 2013) L’aria della nuova stagione che soffia sopra la countryside vagheggiata e vissuta dal collettivo di artisti gravitanti attorno agli Epic45 e alla loro etichetta Wayside And Woodland trova nuova manifestazione nel quarto lavoro di Eric Heath, in origine quello più sperimentale del lotto. A decisa conferma dell’apertura…

NOVELLER – No Dreams (Important, 2013) Tanto delicata nei lineamenti quanto impetuosa quando si tratta di aggredire (letteralmente) le chitarre elettriche con archetto, pedali e distorsioni assortite, Sarah Lipstate racchiude nel sesto disco del suo progetto solista Noveller una piccola sinfonia che descrive un percorso di progressiva risalita verso la luce mattutina dopo una tormentata…

MATTEO UGGERI  – Four Steps On Points (Fluid Audio, 2013) Il percorso successivo alla passeggiata mattutina su campi brinati condotta con Francesco Giannico e Luca Mauri in “Pagetos” per Matteo Uggeri è rappresentato dai quattro ideali passi in avanti contenuti nel breve Ep “Four Steps On Points”, pubblicato in una preziosa edizione limitata dalla prestigiosa…

ADERN X & TIZIANO MILANI – Cinema Show (Xevor, 2013) Quattro bobine cinematografiche, con un intermezzo tra un ipotetico primo e secondo tempo, sono il risultato della collaborazione tra Adern X e Tiziano Milani, sperimentatori attivi tra arti sonore e visuali ed entrambi interessati all’idea di riempire gli spazi attraverso il suono e, in questo…

WILL SAMSON – Light Shadows E.P. (Karaooke Kalk, 2013) Da autentico animo migrante, Will Samson ha reagito alla durezza di recenti perdite personali nei modi a lui più congeniali: attraverso il viaggio e la musica. Poco dopo la pubblicazione del suo secondo disco “Balance”, esattamente un anno fa, l’artista di origine australiana e residente a…

SYLVAIN CHAUVEAU – Kogetsudai (Brocoli, 2013) L’incessante ricerca di un grado espressivo prossimo allo zero da parte di Sylvain Chauveau negli ventiquattro minuti di “Kogetsudai” segna il secondo capitolo di un percorso di progressiva sottrazione di elementi intrapreso nel precedente lavoro solista “Singular Forms (Sometimes Repeated)” e in seguito sviluppato nella collaborazione con Stephan Mathieu…

[THE] CASEWORKER – Voices Out There (Hidden Shoal, 2013) La distanza fisica tra i componenti di una band è ormai un dato sempre più relativo, non solo per gli sperimentatori elettronici che si scambiano file da un angolo all’altro del globo, ma anche per artisti che collocano la scrittura e la coesione melodica delle canzoni…

TIDES OF THE BLUE MOON – Leaves Alighted (Self Released, 2013) I colori mutevoli dell’autunno meteorologico, speculare a quello di un animo invariabilmente incline a sentimenti malinconici, si adattano alla perfezione alle ballate scarne e umbratili di Maarten Raeymaekers. A conferma delle sensazioni uggiose evocate dal pregevole mini album di debutto “Seasonal Call”, temi e…

LUCRECIA DALT – Syzygy (Human Ear, 2013) Fin dal titolo, “Syzygy” spinge le sperimentazioni di Lucrecia Dalt al di là dei confini del linguaggio. L’artista catalana, berlinese d’adozione, vi coniuga infatti in poco più di mezz’ora una pluralità di registri comunicativi, tanto dal punto di vista linguistico che sonoro. Declamando – più che cantando – testi…

SKITTLE ALLEY – The Memory Of A Smile (Dufflecoat, 2013) Non solo Pale Spectres; altri piccole gemme indie-pop fioriscono in Francia. Gli Skittle Alley proseguono la lunga serie di singoli ed Ep seguita all’unico album omonimo del 2009 con le quattro brevi tracce di “The Memory Of A Smile”, realizzate in collaborazione con Richard Earls…

RM HUBBERT – Breaks & Bone (Chemikal Underground, 2013) Se il debutto solista “Thirteen Lost & Found”, eletto album scozzese dello scorso anno, ha portato sotto i riflettori RM Hubbert, già El Hombre Trajeado, anche grazie alla partecipazione di ospiti quali Aidan Moffat, Alasdair Roberts e Alex Kapranos, i dieci brani di “Breaks & Bone” sono…

EMILY JANE WHITE – Blood / Lines (Talitres, 2013) Mentre l’iniziale trittico di album nel breve volgere di poco più di tre anni (in particolare lo splendido debutto “Dark Undercoat”, 2008) aveva accreditato Emily Jane White quale prolifica erede di Cat Power, il quarto lavoro “Blood / Lines” appare fin dal titolo e dalla copertina…

LITTLEBOW – Pi Magpie (Second Language, 2013) Il curioso esperimento a base di soli fiati di “The Edge Blown Aerophone” per Katie English (Isnaj Dui) e Keiron Phelan (State River Widening, Phelan Sheppard, Snow Palms) non ha rappresentato solo una parentesi estemporanea tra i rispettivi progetti, ma appare adesso il punto di partenza per far…