FOREST MANAGEMENT – The Contemplative Life (Cathedral Transmissions, 2014) In sostanziale contemporanea con il mini-cd “Sky Image”, John Daniel ha pubblicato un altro saggio delle sue atmosferiche sinfonie ambient-drone dispensate nel personale progetto Forest Management. Dotato di analoga concisione (nove tracce condensate in appena mezz’ora) e preceduto dall’avvertenza rivolta all’ascoltatore di considerare, appunto, una vita…

ZENJUNGLE – Leaving Stations (Twice Removed, 2014) Phil Gardelis è uno dei numerosi artisti che stanno animando i sotterranei sperimentali greci, accanto a nomi quali Absent Without Leave, Dergar e Nektarios Manaras. A margine di varie collaborazioni, il suo progetto personale Zenjungle si fonda sull’integrazione di field recordings e suoni naturali con frequenze prodotte da chitarra,…

THE WEARY BAND  – Serenity Mountain (Self Released, 2014) Cinque ragazzi da Bristol appassionati e fedeli all’autoproduzione, da quattro anni a questa parte mantengono l’invidiabile tabella di marcia di un disco all’anno. Si fanno chiamare The Weary Band e nel loro ultimo “Serenity Mountain” offrono un coerente affresco della variopinta vitalità artistica che ben giustifica…

LEYLAND KIRBY – We Drink To Forget The Coming Storm (Self Released, 2014) La modesta attività discografica degli ultimi tempi da parte del prolificissimo Leyland Kirby avrà probabilmente stupito quanti, non senza difficoltà, cercano di tener testa all’incredibile mole delle sue produzioni. Il funambolico artista e compositore inglese dai mille alias (The Caretaker, The Stranger…

ROBIN MITCHELL – Feather Weight Soul Tape Vol. II: Mellowtape (Self Released, 2014) Se quelle del precedente Ep “Return” erano canzoni “da caminetto”, quelle raccolte nella seconda della sua serie di cassette “Feather Weight Soul Tape” sono lievi come piume e di per sé dotate di un calore dolce e sognante. Non a caso il sottotitolo…

MOMBI – Turning Witch (Montross, 2014) Nei tre anni intercorsi dai pregevoli notturni elettro-acustici di “The Wounded Beat”, il progetto di Kael Smith (già Sun, Cancelled e Khale) ha proseguito il proprio processo espansivo, tanto sotto il profilo espressivo che sotto quello dell’articolazione della line-up di Mombi, adesso trasformatosi in stabile terzetto. Il nuovo formato…

BASTARD MOUNTAIN – Farewell, Bastard Mountain (Song, By Toad, 2014) A ennesima testimonianza di come la musica folk costituisca un linguaggio popolare condiviso, tale da creare reti tra artisti ed esperienze condivise, soprattutto in contesti geografici e “scene” circoscritte, giunge il frutto del lavoro di un vero e proprio super-gruppo scozzese. Il sestetto al debutto…

OWEN TROMANS – Golden Margins (Sacred Geometry, 2014) La storia di Owen Tromans potrebbe essere quella di qualsiasi musicista per passione; attivo da oltre un decennio, ma sempre ai margini anche di quelle coincidenze che talora portano un artista indipendente su palcoscenici più luminosi. Eppure il cantautore inglese ha alle spalle una copiosa discografia, particolarmente intensa…

DAVID NEWLYN – Disintegrating Suburban Dream (Hibernate, 2014) Cogliere il fascino sinistro e le vibrazioni organiche di luoghi desolati non è missione inedita per artisti dediti a sperimentazioni elettroniche. In “Disintegrating Suburban Dream”, David Newlyn interpreta questa missione attraverso una filigrana di riverberi e note stillate, adagiata su field recordings raccolti in un sobborgo abbandonato della…

TWIN OAKS – The Lion’s Den (Self Released, 2014) Sette canzoni in mezz’ora scarsa rappresentano il secondo biglietto da visita sotto forma di Ep di Lauren Brown e Aaron Christopher, che in “The Lion’s Den” torna a confezionare un aggraziato affresco di folk essenziale e sognante. Il duo californiano coniuga l’anima acustica con quella dream-pop,…

DERGAR – On(c)e (Self Released, 2014) Artista elettronico e compositore di colonne sonore più o meno immaginarie, il greco Christos Garmpidakis persegue ormai da anni con passione il solitario progetto Dergar, grazie al quale è entrato in contatto tra gli altri con i nostri port-royal, con i quali ha anche condiviso delle performance dal vivo. Nel…

WILL SAMSON – Light Shadows (vinyl edition) (Karaoke Kalk, 2014) Pubblicato lo scorso anno nel solo formato digitale, vede adesso la luce anche in vinile il diario musicale del viaggio intrapreso da Will Samson in India, alla ricerca di se stesso in reazione a un periodo di dure perdite personali. Ai quattro brani originali – altrettante…

IMPRINTS – Data Trails (Serein, 2014) Non più solo romanticismo neoclassico-ambientale per Serein: dopo le sfumature jazzy di Colorlist, lo scostamento dall’imprinting della piccola etichetta gallese questa volta è più marcato, ancorché meno stridente di quanto possa apparire in superficie. Le cinque tracce di “Data Trails” sottendono infatti una catarsi mesmerica, ottenuta per contrasto attraverso una…

JOHN MATTHIAS – Geisterfahrer (Village Green, 2014) Tra tutti i possibili binomi di attività, quello tra il ruolo di compositore e di scienziato della fisica appare particolarmente ardito. Eppure sono queste le due personalità e le due occupazioni principali di John Matthias, che pur generando onde e frequenze attraverso strumenti acustici ed elettronici si mantiene…

BIBIO – The Green E.P. (Warp, 2014) Benché nei suoi più recenti trascorsi abbia premuto sensibilmente sull’acceleratore di un elettronica intessuta da ritmiche ed effetti sintetici marcati, Stephen Wilkinson alias Bibio ha sempre coltivato un interesse per sonorità che attingono alla tradizione acustica, in passato declinati in chiave folktronica. Non desta dunque particolare stupore ritrovarlo…

THE DESOTO CAUCUS – The DeSoto Caucus (Glitterhouse, 2014) Il viaggio e gli sconfinati spazi polverosi sono una condizione dell’anima anche per non nativi americani innamorati delle radici country, blues e folk. Dopo aver supportato per anni in tour Howe Gelb, i danesi DeSoto Caucus di quella tradizione hanno tanto assorbito le suggestioni da compenetrarvisi in…

TIGER DARE – Wires Over, Wired In (Wonderland Archives, 2014) Tre anni fa, un sotterraneo quartetto newyorkese aveva un Ep in download gratuito, piccolo gioiello di trasognata indolenza melodica. Il quartetto si chiamava Villa Venus e da allora la sua attività appare quanto meno quiescente, forse anche per la nuova avventura nel frattempo intrapresa da…

WILLIAM RYAN FRITCH – Leave Me Like You Found Me (Lost Tribe Sound, 2014) Facendo immediato seguito all’Ep espanso “Emptied Animal“, William Ryan Fritch sigla la terza opera – ma primo album organico – a proprio nome applicando uno sfaccettato approccio orchestrale a dieci canzoni afasiche ma fortemente espressive. Dedicato ai lacci inestricabili di relazioni esaurite,…

ADNA – Night (Despotz, 2014) Si presenta con un sfumature di grigio fragili e dimesse, ma anche lasciando intravedere un fascino oscuro e misterioso, la diciannovenne Adna Kadic, svedese di evidenti origini slave che divide la propria attività tra Göteborg e Berlino. Ultima voce proveniente dal ricchissimo e suggestivo panorama nordico, con i nove brani scritti…