music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

GILROY MERE – Adlestrop
(Clay Pipe Music, 2020)*

Anticipato a inizio anno dall’Ep “Over The Tracks”, il secondo lavoro sulla lunga distanza di Oliver Cherer sotto l’alias Gilroy Mere si colloca concettualmente in piena coerenza con la fascinazione dell’artista inglese per la ricerca di luoghi di archeologia industriale e delle storie che recano con sé. Seguendo, come già nell’Ep, il tema delle stazioni ferroviarie abbandonate che dieci anni fa ne ispirò per primo “Ghost Stations”, “Adlestrop” delinea un itinerario ormai fisicamente impossibile attraverso luoghi sui quali il tempo ha inciso in maniera diversa, trasformandoli in altro o anche solo restituendoli alla natura. Oltre a osservarli nella loro dimensione odierna, Cherer vi ritrova tracce di un passato non del tutto sovrascritto grazie a memorie scritte o fotografiche o anche soltanto individuali.

Amplificando ulteriormente la varietà di suoni e sensazioni del precedente “The Green Line”, nelle dodici concise cartoline che formano il lavoro Cherer condensa tutti i profili della sua sfaccettata personalità artistica, innestando tuttavia sul filo conduttore di atmosfere stralunate e visionarie, in prevalenza generate da pulsazioni analogiche o ondulate scie di tastiere. Tuttavia, accanto allo spettrale spoken word della title track e al motorik teutonico di “The Age Of The Train”, una parte rilevante di “Adlerstrop” vede Cherer nelle parallele vesti di autore di ballate bucoliche corali e fuori dal tempo (“Just A River”) o di orchestratore di un’ambience fragile e straniante, costellata da una varietà di frammenti naturalistici.

Con accuratezza da ricercatore di memorie sbiadite e lieve tocco narrativo, sia attraverso le parole che il solo suono, Oliver Cherer ha ricostruito nei brani di “Adlerstrop” l’ennesimo tassello di un immaginario sospeso tra passato e presente, tra folk ed elettro-acustica, coniugato da una sensibilità che accosta linguaggi sonori apparentemente distanti con una naturalezza ogni volta sorprendente.

*disco della settimana dal 20 al 26 luglio 2020

http://olivercherer.co.uk/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: