music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

LESS BELLS – Mourning Jewelry (Kranky, 2020) L’ambiziosa intersezione tra elementi acustici e sintetici che ne aveva segnalato il debutto “Solifuge” (2018), torna a caratterizzare anche il secondo lavoro di … Continua a leggere

2 settembre 2020 · Lascia un commento

WINDY AND CARL – Allegiance And Conviction (Kranky, 2020) Ogni lavoro di Windy Weber e Carl Hultgren è circondato da un’aura di magia, oltre che di attesa da parte degli … Continua a leggere

29 marzo 2020 · Lascia un commento

PAN•AMERICAN – A Son (Kranky, 2019)* Benché negli ultimi anni Mark Nelson non abbia mancato di farsi sentire sotto altre forme (la cassetta a tiratura limitata “Sketch For Winter II: … Continua a leggere

11 novembre 2019 · Lascia un commento

LOSCIL – Equivalents (Kranky, 2019)* La maturità creativa conseguita da Scott Morgan dopo ormai quasi vent’anni di attività l’ha condotto da un lato ad addensare il proprio suono ambientale, dall’altro … Continua a leggere

12 agosto 2019 · Lascia un commento

SALOLI – The Deep End (Kranky, 2018) Cosa può suggerire un’idea di naturale consistenza liquida meglio di una piscina termale? Le atmosfere di umido tepore e di rilassata osmosi con … Continua a leggere

26 ottobre 2018 · Lascia un commento

TIM HECKER – Konoyo (Kranky 2018) Non è una novità che le creazioni sonore di Tim Hecker si alimentino di un isolamento creativo dalla forte matrice spirituale, oltre che di … Continua a leggere

2 ottobre 2018 · Lascia un commento

LESS BELLS – Solifuge (Kranky, 2018) Ancora una volta torna a manifestarsi lo stretto legame tra sperimentazione sonora e paesaggio: a sottolinearlo è la stessa Julie Carpenter, che presentando il … Continua a leggere

16 settembre 2018 · Lascia un commento

GROUPER – Grid Of Points (Kranky, 2018)* Da sempre, un alone opaco, come un’aura obliqua e nebbiosa, circonda la musica di Liz Harris, accompagnandola anche quando si presenta nella forma … Continua a leggere

23 aprile 2018 · Lascia un commento

CHRISTINA VANTZOU – No. 4 (Kranky, 2018) Il quarto album di Christina Vantzou rappresenta un’ulteriore tappa dell’itinerario dell’artista statunitense rivolto alla creazione di un’ambience dal pronunciato substrato classico-orchestrale. Rispetto a … Continua a leggere

10 aprile 2018 · Lascia un commento

DEDEKIND CUT – Tahoe (Kranky, 2018) Il passato industriale di Fred Welton Warmsley III si percepisce appena in controluce nel suo secondo lavoro a nome Dedekind Cut. Registrato tra Europa, … Continua a leggere

25 febbraio 2018 · Lascia un commento

DEMEN – Nektyr (Kranky, 2017) Una voce che viene dalle tenebre del profondo nord, manifestatasi tra le migliaia di demo in circolazione ai quattro angoli del pianeta: quella della svedese Irma … Continua a leggere

8 giugno 2017 · Lascia un commento

memories: F♯ A♯ ∞

GODSPEED YOU BLACK EMPEROR! – F♯ A♯ ∞ (Kranky, 1998) Vent’anni. Tanti potrebbe dirsi che ha oggi un certo tipo di post-rock, quello più orchestrale e carico dal punto di … Continua a leggere

4 giugno 2017 · Lascia un commento

ANJOU – Epithymía (Kranky, 2017) Non è stato un ritrovarsi estemporaneo quello di Mark Nelson e Robert Donne sotto la sigla Anjou, circa tre lustri dopo la chiusura della loro … Continua a leggere

24 marzo 2017 · Lascia un commento

HIGH PLAINS – Cinderland (Kranky, 2017)* Quando pratica ambientale e strumentazione acustica si incontrano, sullo sfondo di un paesaggio naturale incontaminato, è facile che ne scaturiscano piccole meraviglie di intensità … Continua a leggere

6 marzo 2017 · Lascia un commento

LOSCIL – Monument Builders (Kranky, 2016) Questa volta non sono i fenomeni atmosferici o gli spazi naturali della sua Vancouver ad aver ispirato il nuovo lavoro di Scott Morgan, bensì … Continua a leggere

11 novembre 2016 · Lascia un commento

BENOÎT PIOULARD – The Benoît Pioulard Listening Matter (Kranky, 2016)* Mentre il periodo più recente della sua produzione come Benoît Pioulard sembrava aver ridefinito la personalità di Thomas Meluch in senso … Continua a leggere

10 ottobre 2016 · Lascia un commento

MJ GUIDER – Precious Systems (Kranky, 2016)* Dalle cassette a tiratura limitata – rinnovata cifra estetica delle sperimentazioni casalinghe – all’uscita ufficiale per una delle etichette indipendenti statunitensi più prestigiose … Continua a leggere

18 luglio 2016 · Lascia un commento

memories: THE LONG ARM OF COINCIDENCE

JESSAMINE – The Long Arm Of Coincidence (Kranky, 1996) Gli albori dell’etichetta Kranky, da più di vent’anni indiscutibile punto di riferimento per proposte musicali stimolanti e fuori dal comune, erano … Continua a leggere

10 gennaio 2016 · Lascia un commento

CHRISTINA VANTZOU – No. 3 (Kranky, 2015) Il legame tra modulazioni droniche e dimensione orchestrale assume un significato sempre più decisivo nelle sperimentazioni di Christina Vantzou: un anno e mezzo … Continua a leggere

16 ottobre 2015 · Lascia un commento