music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

dialogue_tapesVV.AA. – Dialog Tapes
(Dauw / Eilean, 2015)

Quante volte capita di pensare che lo sterminato universo delle sperimentazioni elettro-acustiche sia costellato soltanto da monadi creative tra loro non comunicanti? Certo, risponde a verità il dato per cui molte produzioni collocate in quell’ambito siano frutto di ispirazioni solitarie, così come spesso solitarie e facilmente individuabili sono alcune delle etichette specializzate nell’ampio spettro di suoni che vanno dal neoclassicismo al soundscaping ambientale. In senso decisamente opposto va invece l’iniziativa collaborativa condotta in parallelo dalla cassette-label belga Dauw e dalla label francese Eilean, che ha trovato esito nella contemporanea uscita, su supporto analogico e digitale, delle due parti di un progetto unitario e coordinato.

In sintesi, le due etichette hanno indotto alla collaborazione quattordici artisti, scelti dai rispettivi cataloghi e abbinati in due combinazione di coppie; le quattordici tracce che ne sono risultate sono state pubblicate separatamente in modo da assicurare la presenza di tutti gli artisti su ciascuna delle due parti la cui sommatoria suggella la riuscita dell’operazione che, come tale, va unitariamente considerata.
Data l’identità dei protagonisti e la loro sostanziale omogeneità di linguaggi espressivi, non sussistono differenze particolarmente marcate tra le due parti dell’uscita coordinata che giustifichino la ripartizione delle tracce, determinata soltanto dall’intenzione di assicurare a tutti gli artisti partecipanti la presenza su entrambi i supporti.

La parte su cassetta è, almeno per la sua prima metà, incentrata su un’ambience particellare sospesa, che unisce crepitazioni e soundscaping nebbioso (nel brano di Stijn Hüwels e Danny Clay e in quello successivo di Sokkyō + Masaya Ozaki), ovvero scandaglia monumentali masse ghiacciate (David Andree e Miguel Isaza). Le vibrazioni acustiche cristalline dei soffi modulati del brano di Dudal e Monolyth & Cobalt – coppia dei responsabili delle due etichette e unica a replicarsi nelle due parti del progetto – preludono invece a un finale di stampo più direttamente emozionale, sulle ali prima del pianoforte e dei maestosi riverberi di Wil Bolton e Leigh Toro e poi dei microsuoni di The Humble Bee solcati dal violoncello obliquo di Aaron Martin.

In un ideale passaggio del testimone, la parte su cd pubblicata dalla Eilean prosegue il discorso con gli echi concreti di Leigh Toro e Miguel Isaza e le destrutturazioni tonali cesellate da Aaron Martin e David Andree. Questa volta è l’ampio paesaggismo di Masaya Ozaki e Stijn Hüwels a segnare il giro di boa verso le due diverse declinazioni di sensazioni liquide da parte di Twincities e Sokkyō e, nuovamente, di Dudal e Monolyth & Cobalt, prima che il brano più lungo della duplice raccolta, firmato da Danny Clay e Wil Bolton, la concluda con i toni elegiaci di lievi modulazioni droniche e risonanze pianistiche.

Prendendo in presto la metafora della “mappa sonora” che presiede alla serie di pubblicazioni di Eilean, quella delle “Dialog Tapes” è appunto una mappatura esauriente di uno spaccato tra i più stimolanti dell’attuale sperimentazione elettroacustico-ambientale, territorio espressivo che anche quest’operazione dimostra essere ricchissimo di spunti e di un’infinità di ricombinazione collaborative.


http://dauwlabel.tumblr.com/
http://eilean-records.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: